Vela – Si avvicina la Round Sardinia Race

Si avvicina il giro di Sardegna in barca a vela

Foto di gruppo alla presentazione della Round Sardinia Race

Foto di gruppo alla presentazione della Round Sardinia Race

Partirà come noto il prossimo 17 settembre la Round Sardinia Race, circumnavigazione in senso antiorario della Sardegna. Cinque tappe per (ri)scoprire un mare fantastico e località da sogno, con il supporto della Regione Autonoma della Sardegna e su idea nata nel 2007 dallo skipper cagliaritano Andrea Mura.




Villasimius, Porto Rotondo, Alghero, Carloforte e Cagliari i porti toccati da un evento che vedrà al termine di ogni tappa la convivialità con il coinvolgimento della popolazione locale e degli invitati, con l’organizzazione dei circoli velici del posto e tanti appuntamenti collaterali tra sport e cultura.

VIDEO – LA PRESENTAZIONE DELLA ROUND SARDINIA RACE

Costi di iscrizione popolari per favorire la massima partecipazione, includenti ormeggio e cene, con l’obiettivo di creare l’unione degli appassionati e non di competere in mare (ci sarà, per chi si troverà in ritardo sulla tabella di marcia, la possibilità di dare motore e recuperare).

Gli organizzatori sono l’ASD Vento di Sardegna, l’Ichnusa Sailing Kermesse e la Canottieri Ichnusa di Cagliari, da tempo al lavoro per coordinare tutte le maestranze nelle varie località interessate, che nel corso degli eventi futuri potranno cambiare per far posto a perle sempre nuove dell’Isola del Vento.

Ci sarà anche un concorso fotografico e per i video prodotti dalle zone toccate dalla regata, con la partecipazione di giornalisti, fotografi e film-maker. Evento seguito sugli attivi profili social di Vento di Sardegna e Andrea Mura, con anche il tracking in tempo reale delle imbarcazioni.

“Non manca molto alla partenza – afferma Andrea Mura, organizzatore dell’evento – e siamo davvero lieti delle adesioni ricevute e del grande supporto di aziende ed enti, circoli velici e partner tecnici. La Sardegna merita questo e altro, crediamo che iniziative come queste non possano che tenere alto il nome dei Quattro Mori”.




Commenti Facebook


Lascia un commento