Fluorsid, dagli interrogatori emergono le prime ammissioni

Sanna (legale Pitzalis): “Ogni attività svolta dal mio assistito è stata una mera esecuzione degli ordini”

Gli stabilimenti Fluorsid a Macchiareddu

Gli stabilimenti Fluorsid a Macchiareddu

Si sono svolti i primi interrogatori relativi alla tempesta che ha investito la Fluorsid e che ha portato all’arresto dei vertici della società stessa. Hanno parlato Marcello Pitzalis, 43 anni, capocantiere per lo smaltimento degli scarti della produzione dal gennaio 2016, e Simone Nonnis, 42 anni, ex dipendente della Ineco e al quale proprio Pitzalis è succeduto.




Alberto Ippolito e Luigi Sanna, avvocati rispettivamente di Nonnis e Pitzalis, sono stati contattati dalla redazione di Sardiniapost. “Il mio assistito – ha dichiarato Ippolito – non lavora più per la Ineco da dicembre 2015. Ha lasciato proprio per divergenze legate alla gestione delle procedure ambientali. Tanto che per lunghi mesi venne emarginato, poi costretto a licenziarsi per l’insostenibile clima di lavoro. Nonnis ha confermato lo smaltimento illecito dei rifiuti, e non solo a Terrasili (ad Assemini, nella Vecchia laveria), ma anche in altri siti”. Ancora impossibile conoscere di quali siti si tratterebbe dal momento che dovrebbero essere oggetto di indagine e pertanto coperta da segreto istruttorio. “Ciò non toglie che alla Fluorsid esistevano pratiche illecite, per esempio nella Vecchia laveria, compreso il fatto che il gesso ‘buono’ prodotto dalla Fluorsid venisse mischiato coi rifiuti industriali”.

Per quanto riguarda Marcello Pitzalis, il suo legale Luigi Sanna si è così espresso: “Il mio assistito ha ricostruito il lavoro svolto in questo suo anno e mezzo di assunzione. Ha spiegato di aver ricevuto, in più occasioni, l’ordine di aprire buche e voragini nel terreno dello stabilimento di Macchiareddu, dove venivano poi interrati gli scarti della produzione. Quello che non possiamo sapere è che tipo di sostanze fossero, quindi se nocive o meno. Ogni attività svolta dal mio assistito, come riferito dallo stesso, è stata una mera esecuzione degli ordini che venivano impartiti dal personale della Fluorsid”.

Commenti Facebook


Lascia un commento