C Silver, l’Esperia cerca il successo contro il CUS Genova

I granata hanno bisogno di un successo per continuare a sperare nell’approdo in Serie B. Palla a due sabato alle 15

.

.

Se non è un’ultima spiaggia, poco ci manca. L’Esperia Cagliari deve assolutamente battere il CUS Genova nella terza giornata della fase nazionale del campionato di Serie C Silver per mantenere vive le chance promozione. Le sconfitte incassate contro Battipaglia e Civitanova Marche, del resto, non lasciano altre possibilità ai granata, desiderosi di riscatto dopo un avvio generoso ma sfortunato: “Quella di sabato è una partita da dentro o fuori – dice Stefano Chessa, play/guardia dell’Esperia – cercheremo in tutti i modi di vincere. Non possiamo fare altrimenti se vogliamo raggiungere l’obiettivo prefissato alla vigilia del campionato, cioè la promozione in Serie B”.




Ancora fermo al palo, esattamente come l’Esperia, il CUS Genova è reduce dalla brutta sconfitta casalinga contro la Treofan, vittoriosa in Liguria per 37-73. Formazione dalla spiccata connotazione universitaria, Genova ha vinto a sorpresa la fase regionale, superando in semifinale i campioni in carica di Sarzana, e poi in finale la favoritissima Tarros La Spezia. Priva di vere e proprie stelle, la squadra allenata da Pansolin e Taverna fa del collettivo la propria arma migliore, e si affida all’esperienza del pivot Roberto Bigoni, terzo miglior realizzatore della regular season: “Mi aspetto una partita maschia e molto fisica – aggiunge Chessa – anche Genova ha le spalle al muro e deve assolutamente vincere. Spero che il nostro approccio sia positivo come è stato soprattutto in occasione della gara contro Civitanova”.




In vista del match di sabato, gli esperini proveranno a correggere gli errori commessi nelle due precedenti sfide del girone nazionale: “In alcuni casi ci è mancata la lucidità nella gestione dei possessi decisivi – prosegue Chessa – questo soprattutto a causa dei ritmi piuttosto alti imposti dai nostri avversari. Contro Battipaglia è stato difficile entrare in partita subito: siamo finiti sotto, poi abbiamo prodotto un grande sforzo per ricucire il loro parziale e nel finale abbiamo inevitabilmente pagato dazio alla stanchezza. Contro Civitanova, invece, a fare la differenza è stato il loro cinismo, mentre noi abbiamo sprecato troppo. Faremo del nostro meglio per non ricadere negli stessi errori”. Palla a due sabato 20 maggio alle 15 alla palestra Esperia di via Pessagno a Cagliari. Gli arbitri designati sono Filippo Castello di Verona e Mattia De Rico di Venezia.

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport

Commenti Facebook


Lascia un commento