Capozucca: “Volevo Patric e Cataldi al Cagliari. E su Di Gennaro…”

L’ex direttore sportivo del Cagliari parla di affari mancati e consiglia la Lazio su un ex rossoblù

Stefano Capozucca, ex DS del Cagliari

Stefano Capozucca, ex DS del Cagliari



Ritorna a parlare Stefano Capozucca. L’ex direttore sportivo del Cagliari, il quale ha lasciato la società rossoblù lo scorso 30 giugno, ha parlato a Radio Incontro Olympia. L’ex DS, tra le altre, del Genoa ha rivelato la propria intenzione di puntare su due calciatori della Lazio durante il suo periodo di militanza dietro la scrivania isolana: “Ci interessavano Patric e Cataldi. Non mi sarebbe dispiaciuto averli, soprattutto quest’ultimo. Era calato di rendimento, ma ci sono delle stagioni in cui è l’ambiente a poterti dare quel quid per rialzarti“. Poi prosegue sul terzino spagnolo: “Avviammo dei contatti e stavamo provando a prenderlo ma l’affare non si concluse“.



Ancora incroci tra Lazio e Cagliari nelle parole dell’ex dirigente cagliaritano che spese parole al miele per Davide Di Gennaro, ex regista della formazione sarda svincolatosi anch’egli dai rossoblù lo scorso 30 giugno: “Può essere un ottimo acquisto per la Lazio. Si tratta di un regista arretrato dalle squisite doti tecniche, credo che venga sottovalutato nel calcio italiano“. Poi parla degli ultimi 6 mesi del centrocampista milanese: “E’ rimasto disorientato dal mancato rinnovo col Cagliari. Nella seconda parte della stagione è stato messo da parte, dopo aver rifiutato la proposta avanzata dalla società“. Poi la chiosa: “Dopo quest’esperienza in Serie A, vista anche la sua età, credo che sia nel periodo migliore della sua maturazione“. L’ex numero 8 del Cagliari sembrava in procinto di passare alla Lazio ma, proprio nelle ultime ore, la trattativa sembra essersi bloccata a causa del mancato passaggio di Danilo Cataldi (menzionato anch’egli da Capozucca) al Benevento. La trattativa fra il centrocampista biancoceleste e la squadra campana sembra essersi arenata. Dunque, quale futuro per Davide Di Gennaro? C’è ancora tempo per conoscere la risposta.



Commenti Facebook


Lascia un commento