Datome: “Sì, sarei potuto tornare in NBA”

Il cestista svela a “La Nuova Sardegna” del suo mancato ritorno in America

Datome con la maglia della Nazionale italiana

Datome con la maglia della Nazionale italiana

Bella intervista concessa da Gigi Datome al collega de La Nuova Sardegna Andrea Sini. Il cestista olbiese, pronto per gli Europei 2017 con l’Italia, è in vacanza nella sua isola, esattamente a Golfo Aranci, dopo una stagione ricca di trionfi e col rinnovo appena firmato in maglia Fenerbahce.



Il possibile ritorno in NBA non era una bugia estiva. «No, tutt’altro. Ho avuto contatti concreti anche in questi mesi. Dopo Detroit e Boston sarei potuto tornare in NBA, solo che non mi è capitata una chance per essere davvero protagonista”, spiega Datome, che rimarca come a Istanbul si trovi benissimo anche fuori dal parquet: “Obradovic ha speso parole importanti dicendomi che sono importante per i prossimi 3 anni e quindi queste parole sono state decisive. Non ho la smania di tornare in America e il Fenerbahce era comunque la prima scelta. Vincere è stato complicato, provare a ripetersi sarà ancora più difficile. E più bello”.



Il capitano azzurro parla poi dei mancati successi con la Nazionale: “Trovo la cosa molto frustrante, perché è evidente che le possibilità ci sono. Ci hanno definito la nazionale più forte di sempre e sulla carta forse è vero. Ma il basket non è matematica e questo è anche il bello dello sport. Ora dovremo lavorare duro, seguo anche i più giovani dell’argento mondiale: spero possano trovare spazio nei loro club”.  E sul rapporto con la Sardegna rimarca: “Ho molti followers e mi piace portare la mia Isola nel mondo. È una cosa naturale, vado fiero della mia sardità” 

 

Commenti Facebook


Lascia un commento