Cagliari Dinamo Academy, Zucca: “Creiamo tifoseria, sogno derby in A”

Il presidente cagliaritano: “Camminiamo da soli con il supporto dell’organizzazione sassarese”

Giovanni Zucca e Bruno Perra, presidente FIP Sardegna (foto Zuddas)

Giovanni Zucca e Bruno Perra, presidente FIP Sardegna (foto Zuddas)

Lo aveva detto nella conferenza stampa di presentazione e lo ribadisce: “La Cagliari Dinamo Academy non deve porsi limiti”. Giovanni Zucca, avvocato cagliaritano e presidente del sodalizio nato dall’impresa estiva portata avanti in prima istanza dal collega della Dinamo Sassari Stefano Sardara, è fiducioso. 



“Sogno una grande stagione – dice Zucca a La Nuova Sardegna – Bisogna essere prudentissimi perché siamo una nuova realtà, però sono un agonista e in un campionato con tante squadre e i playoff dico che bisogna puntare al massimo”. Obiettivi chiari, come le idee: “I rischi sono quelli di una realtà che parte da zero, vorrei che l’entusiasmo fosse l’entusiasmo dei giovani”. E non sembra mancare, visti i nomi arrivati in un roster molto interessante.

Si giocherà al Pala Pirastu (“la presenza della Nazionale ci ha dato la possibilità di sistemare qualcosa nella nostra casa”, spiega Zucca), con il cordone ombelicale molto saldo nel legare la Academy alla Dinamo Sassari. “E’ bellissimo poter contare su di loro per qualsiasi problema organizzativo, abbiamo bisogno di rodaggio visto che a Cagliari il grande basket mancava da 37 anni – sostiene Zucca, ex numero uno dell’Esperia e scelto da Sardara come guida del progetto nel capoluogo isolano – Con Stefano c’è enorme sintonia e stima, reciproca. In Sardegna c’è spazio per entrambe, dal punto di vista economico abbiamo fatto i nostri calcoli, bisognerà vedere come risponderà la piazza ma i segnali sono incoraggianti, fra poco partiremo con gli abbonamenti”.

E la tifoseria? “Prima di tutto la tifoseria della Cagliari Dinamo Academy bisogna costruirla – ammette Zucca – In tanti mi chiedono spesso se le due squadre giocheranno in contemporanea o meno, così da poterle vedere entrambe. Non a caso giocheremo il sabato alle 20.30”.



Sul progetto giovani: “Non saranno scambi a senso unico, noi avremo i giovani della Dinamo ma porteremo molti giovani di Cagliari così da far crescere il movimento cestistico sardo, e un giorno sarà la Academy a dare giocatori alla Dinamo Sassari, uno degli obiettivi miei e di Sardara è quello che il binario corra in entrambi i sensi. Sarebbe splendido giocare un derby tra Cagliari e Sassari nella massima serie – conclude Zucca – Ovviamente lo dico con grande rispetto per loro che sono già al top, però non è uno scenario impossibile o incompatibile col progetto, non ci sono ostacoli alle ambizioni. Sardara ci ha aiutato nell’input iniziale, ma è stato chiaro nel far capire che vuole concentrarsi al massimo sulla Dinamo Sassari e i suoi traguardi italiani ed europei. A Cagliari dobbiamo camminare da soli pur contando sulla collaudata struttura sassarese”.

Commenti Facebook


Lascia un commento