Fabio Aru punta La Vuelta: “Sto molto bene”

Il villacidrese: “So di avere una squadra forte”

Fabio Aru

Fabio Aru

A dieci giorni dalla partenza francese della Vuelta con la cronosquadre di Nimes, Fabio Aru ha rilasciato una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport: “Dopo il Tour avevo bisogno di recuperare psicologicamente e ho preferito preparare la Vuelta a casa a Lugano, senza effettuare ritiri in quota: non avevo bisogno di molti carichi, anche perché prima del Tour avevo già fatto due periodi in altura”.



Dall’arrivo di Parigi ho staccato per una settimana dalla bicicletta– prosegue il villacidrese- ma mai smettendo di allenarmi e attento all’alimentazione. Sto molto bene, le difficoltà in Spagna iniziano subito, ma so di poter contare su una squadra molto forte”. Ora per il ciclista sardo ci sarà il Criterium dell’Astana Expo sabato 12 agosto, gala organizzato dagli sponsor kazaki al quale parteciperanno anche Froome e Quintana tra gli altri, poi la partenza per la Francia per la corsa a tappe spagnola, al termine della quale Aru sfoglierà la margherita e annuncerà la sua squadra per il 2018.



Commenti Facebook


Lascia un commento