Cagliari, Salamon e Balzano fuori dal progetto tecnico

C’erano pochi dubbi, questi sono stati dissipati nella giornata odierna da Rastelli

Antonio Balzano

Antonio Balzano

Non solo vigilia di Coppa Italia nella conferenza stampa odierna che ha anticipato il match tra Cagliari e Palermo. Oltre a snocciolare i temi principali relativi alla gara di domani, Massimo Rastelli ha fatto anche il punto su alcune decisioni in ottica mercato dei rossoblù. Fari puntati su Bartosz Salamon e Antonio Balzano. Vi erano pochi dubbi in merito, quei pochi sono stati dissipati in maniera esplicita dallo stesso tecnico: i due giocatori sono fuori dal progetto tecnico.

Quasi un invito a cercarsi un’altra sistemazione rivolto sia al centrale polacco che al terzino pugliese. Irrecuperabili i rapporti tra l’allenatore campano e l’ex terzino del Pescara, in prestito a Cesena nel corso della scorsa stagione e non convocato per la prima parte di ritiro svolta a Pejo. E poco importa che sia l’unico terzino destro naturale presente nella rosa rossoblù. Come affermato quest’oggi dal tecnico: “Paolo per il futuro lo vedo in quel ruolo. L’ho avuto sotto occhio per sei mesi, nello scegliere di abbassarlo ulteriormente ho intravisto le sue qualità fisiche, è un ragazzo che si applica molto, ha grande intelligenza e in quel ruolo può ritagliarsi uno spazio importante in Serie A“. Evidente, dunque, come l’ avventura in Sardegna di Balzano sia, di fatto, prossima ai titoli di coda. Situazione simile a quella di Salamon: l’ottima prova offerta da Romagna contro il Fenerbahce ha spinto (ulteriormente) ai margini il polacco, che attualmente si trova al quinto posto nelle gerarchie di Rastelli. Non un caso che ad Istanbul sia stato utilizzato, nei minuti finali, davanti alla difesa, un ruolo non propriamente suo e scarsamente foriero di indicazioni. Decisamente improbabile, perciò, anche una sua permanenza a Cagliari per quella che sarebbe la sua terza stagione rossoblù,



Commenti Facebook


Lascia un commento