Sardegna Arena: divieto di vendita di bevande in contenitori di vetro

La violazione dell’ordinanza comporta l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da €. 25,00 a €. 500,00

L'interno della Sardegna Arena visto dalla Curva Sud

L’interno della Sardegna Arena visto dalla Curva Sud

E’ scattato il conto alla rovescia per Cagliari-Crotone, debutto ufficiale della squadra di Massimo Rastelli tra le mura amiche e battesimo per la Sardegna Arena. In vista di appuntamenti che – come prevedibile – genereranno il tutto esaurito, anche il Comune di Cagliari si prepara per garantire il mantenimento dell’ordine pubblico nell’area circostante lo stadio. E’ da leggere in quest’ottica il divieto di vendita di bevande in contenitori di vetro, da rispettare due ore prima e due ore dopo le partite in tutte le zone limitrofe allo stadio.



Questo il comunicato: Con Ordinanza sindacale n. 52 del 8 settembre 2017 il Sindaco Massimo Zedda ha disposto che in occasione delle partite di calcio disputate a Cagliari, presso lo Stadio Sardegna Arena, previste dal calendario del Campionato di serie A (Stagione 2017 – 2018), dal calendario della Coppa Italia oltreché in occasione di tutti i recuperi delle partite di calcio non disputate previste dal medesimo calendario, il divieto assoluto della vendita per asporto di bevande alcoliche e non alcoliche contenute in contenitori di vetro o in lattina.

Il divieto di vendita per asporto si intende adottato nei confronti di tutti gli operatori commerciali e di tutti gli esercizi pubblici operanti, anche in forma ambulante, nelle aree sotto indicate in prossimità dello Stadio Sardegna Arena:

Via Pessagno da Ponte Colombo a Ponte Vittorio
Viale San Bartolomeo da Ponte Vittorio a Circonvallazione Sud
Circonvallazione Sud da viale San Bartolomeo a Ponte Colombo e nel territorio da esse circoscritto.

Il suddetto divieto sarà operante nelle due ore precedenti l’orario di inizio della partita di calcio e si protrarrà sino al termine delle due ore successive alla conclusione di ciascun incontro.

La violazione dell’ordinanza comporta l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da €. 25,00 a €. 500,00



Commenti Facebook


Lascia un commento