Ostacoli, Sardegna Jumping Tour al via a Tanca Regia

In programma 60 gare dal 15 al 17 settembre e dal 22 al 24 settembre

Andres Penalosa

Andres Penalosa

Due fine settimana: dal 15 al 17 settembre e dal 22 al 24 settembre. Ben 60 gare. Oltre 210 binomi iscritti. Montepremi da 96.200 euro per i concorsi a 6 stelle più 56 mila euro per i migliori cavalli sardi. I numeri spiegano perché il Sardegna Jumping Tour 2017 è l’evento clou del salto ostacoli in Sardegna e uno dei pochissimi in Italia per quanto riguarda i concorsi a 6 stelle. La manifestazione è organizzata dal comitato regionale Fise Sardegna e dall’Agris, il finanziamento è stato stanziato dalla Regione Sardegna di concerto con l’assessorato regionale dell’Agricoltura e Riforma agro-pastorale per rilanciare non solo la disciplina del salto ostacoli, ma anche l’allevamento e tutto il comparto del cavallo che ha ricadute pure sull’occupazione e sul turismo.



Tra i cavalieri che vengono da oltre Tirreno vanno segnalati Natale Chiaudani, ex olimpionico, plurimedagliato, allievo di Piero d’Inzeo; l’italo-colombiano Andres Peñalosa, vincitore di uno dei due Gran Premio del Sardegna Jumping Tour 2016; il grossetano Gabriele Grassi, che ha preso parte anche alla Coppa delle Nazioni. Ci saranno poi i migliori cavalieri sardi e i quaranta migliori cavalli nati e allevati nell’isola, selezionati con le cinque tappe provinciali del Trofeo Nuraghe, riservato ai soggetti di 4, 5, 6 anni e di 7 anni e oltre. Le gare col montepremi più alto sono la C145 Gran Premio a due manches (20.000 euro), la C135 mista (6.000 euro), la C140 a tempo (3.500 euro), la C140 a fasi consecutive (3.000 euro). Lo show director della manifestazione è Gianleonardo Murruzzu, il direttore di campo è Giovanni Bussu.



Commenti Facebook


Lascia un commento