Sorso, boicottaggio al manto erboso: “Emigreremo”

Terreno de La Piramide da rifare, problemi logistici per i biancocelesti

Il campo de La Piramide di Sorso visto dalla tribuna centrale

Il campo de La Piramide di Sorso visto dalla tribuna centrale

Problema al manto erboso in quel di Sorso. Il terreno del “La Piramide”, infatti, avrebbe subito un improvviso ingiallimento (mascherato dalla tinteggiatura verde per la gara del 3 settembre contro la Torres, in Coppa Italia) a causa di un sabotaggio al diserbante. Ne parla La Nuova Sardegna oggi in edicola, intervistando il vice-presidente del Sorso Calcio Fabio Polo.

«Il 26 agosto il campo era splendido – spiega – ma dopo due giorni ha invece iniziato a ingiallire». All’origine del problema, che dovrebbe costringere a rimandare l’esordio casalingo della squadra di Pierluigi Scotto – tra le principali candidate alla vittoria del massimo torneo sardo -, un boicottaggio manifestatosi con quella strana schiuma nell’acqua delle cisterne da cui gli irrigatori attingevano.



«Di sicuro la prima partita in casa la giocheremo in un altro campo», spiega Polo, ma il problema è anche per gli allenamenti. «C’è il Madau ma non è disponibile negli orari in cui si allena la prima squadra e quindi speriamo di non essere costretti a vagabondare in altri campi». Così il Sindaco di Sorso, Giuseppe Morghen: «L’amministrazione si sta facendo carico del discorso sicurezza e questo è già un grosso sacrificio. E poi nel regolamento di utilizzo delle strutture sportive è prevista la richiesta straordinaria in seguito a eventi per cause di forza maggiore. Se si saranno delle richieste, le valuteremo».

Commenti Facebook


Lascia un commento