Dinamo, Pasquini: “Gara decisa dai dettagli”

Il commento del coach sassarese dopo la sconfitta col Pinar

Federico Pasquini

Federico Pasquini

Al termine della gara di Champions League con il Pinar Karsiyaka, coach Federico Pasquini commenta così: “È stata una gara decisa dai dettagli contro una squadra che non ha mai mollato. Abbiamo avuto troppi problemi ai liberi oggi innanzitutto, abbiamo messo neanche la metà di quelli che ci sono stati concessi; ci sono stati attimi di sbandamento difensivo che dovremo curare nei prossimi allenamenti, è una questione ancora di tempo, tuttavia siamo insieme da poco e siamo ancora in fase di assestamento ed è normale che si voglia accelerare i tempi per colmare quel gap”.



“Abbiamo dei momenti di gioco– prosegue il tecnico- dove perdiamo di lucidità ed energia appena commettiamo qualche errore: dovremo cambiare mentaltà anche quando le cose possono andare male.  Ci saranno ingranaggi, rotazioni sui cambi che dobbiamo migliorare: abbiamo visto che la base di partenza è buona, oggi quando abbiamo difeso siamo andati via nel terzo quarto, ma con questi avversari come Jarrod Jones, Waters e Kennedy non possiamo limitarci a difendere per così poco tempo, non è sufficiente per battere queste grandi squadre. In attacco più o meno ci siamo, quando Scott Bamforth migliorerà di condizione saremo ancora più incisivi”.

“Sapevamo del valore del Pinar– conclude Pasquini- il rammarico della sconfitta rimane ma già da domani volteremo pagina e penseremo alla prossima gara. Il fallo di Devecchi? Penso che in quei casi è impensabile non difendere in maniera maschia, quando ti giochi una partita negli ultimi secondi normalmente non sarebbe una situazione da fischiare, ma è andata così non sono mai stato uno a cui piace parlare di arbitri o infortuni per avere alibi”.




 

Così invece il coach ospite Trifunovic: “Devo fare i miei complimenti ai miei giocatori, hanno dato il massimo come gli ho chiesto all’inizio della gara; è stata una partita dura che avrebbero potuto vincere entrambe le squadre. Qualcuno dei miei giocatori ha sofferto qualche piccolo infortunio, ma siamo stati bravi e concentrati a entrare in partita nonostante il pubblico di casa fosse molto caldo. Per come abbiamo iniziato il campionato in Turchia giusto che la fortuna ci ripaghi un po’. Sia noi che Sassari viaggeremo tanto in questa torneo, cercheremo di arrivare fino in fondo sia qui che nel nostro campionato”.

dall’inviato Fiorenzo Pala

Commenti Facebook


Lascia un commento