Violazioni edilizie e ambientali: a processo Daniele Conti

Il giudice Simone Nespoli ha disposto il rinvio dell’udienza al prossimo 20 marzo

Daniele Conti

Daniele Conti

Violazioni edilizie e ambientali: queste le accuse dalle quali è chiamato a difendersi Daniele Conti per una vicenda che risale al 2014. Lavori senza concessione per trasformare la superficie della veranda (169 metri quadrati) inizialmente spoglia in uno spazio abitabile, collegato inoltre con l’appartamento dimora dell’ex capitano rossoblù. Al vaglio del pm Andrea Schirra vi sarebbero i pannelli in vetro traslucido, una pergola lignea ad aria e luce passante, una vasca per idromassaggio di tre metri per due con piano rilevato di calpestio in legno e una vasca lavatoio in materiale marmoreo. Mancherebbe, inoltre, l’autorizzazione paesaggistica, passaggio fondamentale se consideriamo che l’edificio si trova nel quartiere Villanova, perciò in un’area sottoposta a vincolo. Presunte infrazioni che furono segnalate dalla polizia municipale già nell’ottobre 2014. Il giudice Simone Nespoli ha disposto il rinvio dell’udienza al 20 marzo prossimo.



Commenti Facebook


Lascia un commento