Cagliari e diritti TV, cosa cambia? Guadagno e importanza di salvarsi

Il Ministro dello Sport, Luca Lotti, annuncia le novità in fatto di ripartizione degli introiti da diritti televisivi

Tommaso Giulini

Tommaso Giulini

È stata inclusa all’interno dell’analisi sulla Legge di Bilancio del 2018, la nuova riforma sulla ripartizione dei diritti TV della Serie A per i prossimi anni. La nuova divisione voluta dal Ministro dello Sport Luca Lotti modificherà le vecchie percentuali secondo le quali venivano spartite le quote squadra per squadra.



La quota comune passa dal 40% al 50%, mentre il restante 50% sarà suddiviso per il 20% in base al bacino d’utenza (che considererà unicamente la media dei tifosi paganti nelle gare casalinghe degli ultime tre campionati e non più anche il 5% della popolazione residente nel comune della squadra sportiva) e per il 30% in base alla pura meritocrazia. “Un 15% di quest’ultima percentuale, sarà in base alla classifica e ai punti ottenuti nell’ultimo campionato – dice il Ministro in un’intervista rilasciata a Il Messaggero – l’ho voluta fortemente perché, soprattutto nelle ultime giornate, vincere anziché pareggiare sarà uno stimolo per ogni club. Un 10% verrà considerato sulla base dei risultati degli ultimi 5 anni e il restante 5% sarà legato a risultati internazionali e nazionali a partire dalla stagione sportiva 1946/47.” 

CLICCA QUI – Giulini: “Diritti tv a IMG grande opportunità”

Quali saranno le ripercussioni di tale ragionamento e decisione legislativa per il Cagliari? Secondo l’analisi e le stime effettuate dal sito specializzato www.calcioefinanza.it la società rossoblù avrebbe un potenziale guadagno di circa tre milioni di euro. Nella tabella sono riportate le variazioni pre e post riforma per la squadra isolana, a riprova di come per i rossoblù sia ancora più cruciale conservare la categoria, senza i paracaduti di sorta dei quali poté godere nel 2015 dopo la retrocessione avvenuta al termine della prima stagione targata Tommaso Giulini. | Clicca qui per leggere lo studio di Calcio & Finanza

*dati in milioni di euro

*dati in milioni di euro



Commenti Facebook


Lascia un commento