Bernardo Mereu in conferenza stampa (foto: Sandro Giordano)

Bernardo Mereu in conferenza stampa (foto: Sandro Giordano)

È un punto che interrompe gli zeri delle ultime tre uscite ottenuto dopo aver recuperato il risultato in una partita che è iniziata nel modo peggiore: un gol subito al 6’ recuperato nella ripresa grazie ad una magia di Ragatzu per Ogunseye. Per Bernardo Mereu il bicchiere dopo Olbia-Lucchese è mezzo pieno. «È un risultato importante, ottenuto contro un’ottima squadra. Per quanto avessero 8 giocatori indisponibili le loro riserve hanno tanta esperienza. Siamo scesi in campo con la volontà di fare la partita e chiudere il trend negativo. Trovarsi sotto al 6’ avrebbe abbattuto anche un toro, ma sono stati sapienti nel costruire il gioco e splendidi nella capacità di reagire. Avremmo meritato qualcosa di più su qualche palla inattiva ma è mancato un briciolo di cattiveria. I ragazzi hanno speso tante energie nervose e dovevamo essere maturi nella ricerca del pari unitamente alla necessità di arginare i loro tentativi, ma il possesso palla parla per me, abbiamo governato questa partita, costruita e pareggiata con saggezza. A livello tecnico-tattico e caratteriale abbiamo fatto un’ottima prova». Le pagelle del match



Feola sostituito nel primo tempo per un problema muscolare ha costretto la squadra a riadattarsi: «Perdere in corsa Feola non ci ha aiutato. Ho inserito Arras, chiesto a Ragatzu di sacrificarsi perché Murgia non aveva l’autonomia per entrare così presto e spostato Muroni più centrale. Volevamo provare a vincere ma ci sono mancate energie per il guizzo nel finale che portasse al successo, avendone spese molte per ritrovare l’equilibrio giusto».

Piredda è stato autore di una buona gara, tra alti e bassi: «Ha fatto una partita di grande sacrificio al servizio della squadra ma ha mostrato anche grandi giocate. Non dimentichiamoci che è mancato per molto tempo, perciò il miglior Piredda non tarderà a regalarci altre soddisfazioni».

Il mercato porterà qualche innesto? «La società valuta ed è attenta a tutto. Ma sono soddisfatto di quello che ho a disposizione, la condizione fisica è ottima, la squadra ha speso tanto sotto l’aspetto nervoso ma senza quella condizione non avrebbe tenuto il campo così bene».

 

Roberta Marongiu



Altre notizie relative

“La Carrarese? Non abbiamo paura” Le parole alla vigilia di Carrarese-Olbia del tecnico dei bianchi Michele Filippi
Olbia e Alessandria non si fanno male Termina a reti inviolate la sfida del Bruno Nespoli
Ogunseye: “Pensiamo subito alla prossima” Le parole nel post-partita di Ogunseye

...e tu cosa ne pensi?

300