Basket, Serie B: la Fotodinamico si arrende alla Tiber Roma

Punteggio finale di 82-72 al termine di un incontro intenso ed equilibrato

Mauro Graviano, play del Su Stentu Sestu

Mauro Graviano, play del Su Stentu Sestu

La Fotodinamico Cagliari cede in casa della Tiber Roma nel turno infrasettimanale del campionato di Serie B. I Pirates si sono arresi sul punteggio finale di 82-72 dopo un match equilibrato, che li ha visti lottare per il successo fino a pochi secondi dalla sirena finale. Dopo esser stati sotto anche di 14 lunghezze nel terzo periodo, Graviano e compagni hanno ripreso la partita portandosi sul -1, ma nel finale sotto stati condannati da qualche passaggio a vuoto in termini di lucidità contro un avversario in stato di grazia al tiro dai 6,75 m.



LA GARA – La Fotodinamico inizia bene la partita, e dopo pochi minuti riesce a mettere due possessi pieni di distanza tra sé e gli avversari sul 12-18. La Tiber però cresce alla distanza e chiude il primo quarto con un parziale di 10-3 che le consente di passare in vantaggio sul 22-21.

I Pirates, privi di Pilo ma con Villani nuovamente disponibile, scivolano ulteriormente indietro nelle battute inziali del secondo quarto a causa di un break di 5-0 messo in piedi dai laziali. Vanuzzo e soci assorbono bene il momento di difficoltà e riescono a ricucire fino a impattare nuovamente a quota 31. In questa fase Locci è determinante con la sua intensità difensiva, ma il numero 15 biancoblu spende troppo presto il suo terzo fallo personale, creando qualche grattacapo a coach Caboni. Tiber e Fotodinamico vanno avanti punto a punto nelle battute conclusive del secondo quarto: i cagliaritani, spinti offensivamente da Graviano e Samoggia, ritrovano il vantaggio sul 35-37, ma i padroni di casa – in gran fiducia con il tiro dalla lunga distanza – controsorpassano quasi subito e vanno al riposo lungo avanti sul 43-39.

Il rientro in campo della Fotodinamico non è, eufemisticamente, dei migliori: la Tiber infatti piazza un break di 7-0 e per la prima volta nel match scava il solco (50-39). I Pirates hanno il merito di non demordere, e dopo esser stati sotto anche di 14 lunghezze nel momento più buio (55-41), riescono a reagire ritrovando il -6 (58-52) prima di venir nuovamente cacciati indietro dalle bombe dei capitolini al 30’ (63-52).

L’ultimo periodo si apre con una tripla di Locci su assist di Samoggia, e la partita torna presto in equilibrio. La squadra di Caboni spaventa la Tiber e grazie a un parziale di 13-3 trova il -1 (66-65) a 5 minuti abbondanti dall’ultima sirena. Spinta da Padovani la squadra di casa ritrova certezze, ma la Fotodinamico è sempre a contatto grazie alle triple di Locci (73-72). A un minuto dal termine una palla persa da Floridia e il canestro da tre punti di Bertoldo sul capovolgimento di fronte fanno pendere l’ago della bilancia in favore della Tiber, che nel finale difende il vantaggio fino a cogliere i due punti sul finale di 82-72.

I Viaggi del Perigeo Roma-Fotodinamico Cagliari 82-72

I Viaggi del Perigeo: Algeri 10, Dal Sasso 5, Bertoldo 24, Moretti ne, Reali 5, Napolitano 13, Santucci 20, Valentini 3, Padovani 2, Campelli, Serrano, Perna. Allenatore: Polidori

Fotodinamico: Pompianu 3, Picciau, Graviano 17, Floridia 1, Trionfo 8, Villani, Locci 17, Vanuzzo 12, Samoggia 14, Passaretti, Spano ne. Allenatore: Caboni

Parziali: 22-21; 43-39; 63-52

Arbitri: Grappasonno – Settepanella



Commenti Facebook


Lascia un commento