Bruno Falchi, presidente giocatore del GSD Porto Torres

Bruno Falchi, presidente giocatore del GSD Porto Torres

Il GSD Key Estate Porto Torres comunica che Salvatore Cherchi non è più l’allenatore della formazione turritana. La squadra è stata affidata ad Amadou Lamine Sene, coach nativo di Dakar ma ormai “sardo” d’adozione, essendo a Sassari da tanti anni, visto sulla panchina dell’Anmic Sassari e di alcune squadre delle minors nel basket in piedi, e che, la scorsa stagione, aveva già fatto parte dello staff tecnico del GSDCoach Lamine Sene farà il proprio esordio sulla panchina portotorrese nella prossima gara prevista dal calendario della Serie A di basket in carrozzina, in programma domani, sabato 16 dicembre, sul campo della Special Bergamo Sport Montello, avversaria diretta della Key Estate nella lotta per la salvezza.



“Per sopraggiunti impegni di lavoro – dichiara il presidente del GSDBruno Falchi –  Cherchi non potrà più seguire la squadra. Resterà comunque all’interno del gruppo, per dare una mano e anche solo per amicizia. La scelta di Lamine è dovuta al fatto che, per quanto mi riguarda, è una garanzia. Persona di grande spessore e profondo conoscitore del basket in carrozzina, un esempio di serietà e professionalità. Ci conosciamo da tanto ormai e non ha avuto paura di sostenerci in un momento difficilissimo; è entrato in squadra con grande entusiasmo e questo è stato positivo per tutto”.

Come anticipato, domani il GSD Key Estate Porto Torres sarà impegnato sul campo della Special Bergamo Sport Montello in una gara importantissima in chiave salvezza, valevole per la settima giornata di andata del massimo campionato di basket in carrozzina. La palla a due è fissata per le ore 18:00.

La Special Bergamo Sport Montello si trova attualmente a quota due punti in classifica e ha colto l’unica vittoria alla quinta giornata, contro la Polisportiva Nordest Castelvecchio, col punteggio di 62-42. La squadra orobica ha sostanzialmente mantenuto il roster della passata stagione. Sempre allenata da coach Ennio Pizzi, presenta due nuovi volti, quello dell’israeliano Magvin Daniel e quello di Luigi Filippi. L’uomo più pericoloso del Bergamo è il lungo Andrea Pedretti, normodotato che quest’anno gioca anche il campionato di promozione di basket in piedi con il Basket Brembate Sopra, che realizza 16.7 punti a partita, arpionando anche 10 rimbalzi di media.

“Andiamo a giocare una partita cruciale a Bergamo – dice Falchi – in un campo caldissimo e difficilissimo, ancora limitati dagli infortuni, ma con la voglia di vendere cara la pelle. Saranno quaranta minuti di fuoco e proveremo a portare a casa i primi due punti stagionali”.



Altre notizie relative

GSD Porto Torres, ecco il polacco Mosler Il pivot polacco ha siglato un accordo annuale con la società turritana
GSD Porto Torres, arriva Mattia Sala L’atleta, classe ’92, ha giocato lo scorso anno a Seregno
Bandura di nuovo nelle fila del GSD Porto Torres L’atleta polacco aveva vestito la maglia del GSD nei primi mesi della stagione 2006/07 ed in quella 2008/09

...e tu cosa ne pensi?

300