Gli umori dalla “D”: Graziani resta, Perra realista, rabbia Cerbone – SardegnaSport


La Gorga del Lanusei e i compagni della difesa

La Gorga del Lanusei e i compagni della difesa

Momento delicato in casa Lanusei, dove la classifica migliora ma c’è il nuovo sfogo del tecnico, Archimede Graziani, che aveva rimesso il mandato nelle mani della società. “È tutto rientrato – le parole del ds Alessandro Asoni pubblicate da Diario Sportivo -. La società ha estrema fiducia nel lavoro che, da due mesi a questa parte, mister Graziani sta svolgendo con grandissima professionalità. Il tecnico resta alla guida della squadra per cercare di raggiungere il difficile obiettivo della salvezza”. Insomma: caso chiuso in Ogliastra. Graziani aveva invitato a “giudicare sé e il suo lavoro guardando realmente a quello che facciamo sul campo, quando arrivai in molti avevano già fatto il mio funerale, invece si sono dovuti nascondere. Se fossi arrivato prima, come poteva succedere, ora saremmo più avanti in classifica, ma così non è stato perché si è dato più tempo agli amici degli amici. Quando andrò via da qui mi porterò dietro i miei rapporti personali, le amicizie, ora devo solo lavorare e andare avanti”.

Cronache e tabellini della giornata di Serie D (girone G)

Le parole dopo Nuorese-San Teodoro 3-2



In Ogliastra, ma a Tortolì, il clima è più sereno ma la classifica piange. Contro il Cassino arriva un’altra sconfitta. “Dobbiamo provare a salvarci tramite i playout – ammette l’allenatore, Virgilio Perra – Pensare ora alla salvezza diretta sarebbe velleitario. Contro il Cassino siamo partiti bene – ha detto Perra nel dopo-gara, come riporta Diario Sportivo – nei primi 15′-20′ abbiamo avuto delle palle importanti, a parte la punizione iniziale, poi alla prima disattenzione difensiva, come spesso ci sta capitando, abbiamo subito gol. È inconcepibile che un avversario possa colpire di testa in area da solo a cinque metri dalla porta. E’ chiaro che alla fine ci siamo un po’ sbilanciati alla ricerca del pareggio ed è nato il secondo gol. Nel complesso non abbiamo fatto una brutta partita».

Delusione in casa Budoni, dove i biancocelesti hanno ceduto in casa all’Albalonga. “Abbiamo fatto meglio nel secondo tempo rispetto al primo, quando comunque non era andata malissimo. Nella ripresa siamo cresciuti, l’Albalonga però ha un’ottima difesa e un’esperienza che le ha permesso anche di spezzare il ritmo, facendo giocare poco. L’espulsione? Parlavo con un mio giocatore, come sempre succedono cose strane contro le squadre sarde”, il commento del tecnico del Budoni, Raffaele Cerbone.



...e tu cosa ne pensi?

300
error: Funzionalità disabilitata