Mauro Giorico (foto: Sandro Giordano)

Mauro Giorico (foto: Sandro Giordano)

Dopo la sconfitta per 3-1 contro la Carrarese, l’allenatore dell’Arzachena, Mauro Giorico, analizza quanto visto sul prato del “Bruno Nespoli”. “Abbiamo approcciato bene la partita, ce l’abbiamo messa tutta con grande impegno da parte di tutti, siamo andati vicini al gol prima di loro, stavamo facendo la partita e poi c’è stato un blackout in seguito ad un episodio. Il rigore concesso alla Carrarese, secondo me, è generoso, anche se è da rivedere. A quel punto, dal calcio di rigore fino all’intervallo, siamo andati male, non siamo stati attenti come era richiesto e come invece siamo riusciti ad essere nel secondo tempo. Non si possono regalare certe occasioni a giocatori come Tavano”.



Polemiche anche sul raddoppio toscano. “Poco prima era stato fermato Vano per un controllo di petto identico – attacca Giorico -, per questo giustifico parzialmente i miei giocatori”. Nella ripresa l’Arzachena ha dato tutto, cercando di rientrare in partita in modo eroico e miracoloso. “Dovevamo cambiare qualcosa, ho messo una punta in più, rischiando anche di prendere l’imbarcata, e siamo andati vicini al 2-3 che avrebbe riaperto i giochi. Diamo merito alla Carrarese, è una squadra di spessore come ben sapevamo, non credo che la sosta forzata della scorsa settimana fa ci abbia penalizzato”.

Appuntamento al derby di sabato prossimo. “E’ presto, dobbiamo metabolizzare questo KO, ora stacchiamo e poi da lunedì ci tuffiamo nel prossimo impegno, che chiaramente sarà una partita particolare per la quale servirà una preparazione di alto livello sia per riscattare il risultato di oggi sia perché troveremo un’Olbia agguerrita. Prima facciamo i punti che servono e meglio è”.

dall’inviato Claudio Inconis



Altre notizie relative

Giorico: “Di più non si poteva fare” Arzachena-Alessandria 0-1 | Le parole di Giorico, Ruzittu e D'Agostino dopo il match
Pagelle: stavolta l’attesa non paga I nostri giudizi sull'Arzachena di Giorico e l'Alessandria
Nella mischia la spunta l’Alessandria Segui la sfida del "Biagio Pirina" di Arzachena tra gli smeraldini padroni di casa e l'Alessandria

...e tu cosa ne pensi?

300