.

.

Quarta vittoria interna consecutiva per la Golem Olbia, che batte per 3 set a 0 la P2P Givova Baronissi. Al PalAltoGusto Uchiseto e compagne hanno letteralmente dominato l’incontro in ogni sua fase, aggiudicandosi con grande autorità l’intera posta in palio. Il successo, arrivato in concomitanza con le sconfitte di Marsala e Perugia, consente all’Hermaea di inserire un altro, importantissimo tassello nella costruzione della salvezza.



LA GARA – Baronissi, a caccia di riscatto dopo la sconfitta interna accusata nel turno infrasettimanale, prova a partire con piglio deciso, ma fin da subito si scatena Mami Uchiseto: la schiacciatrice nipponica guida l’Hermaea dal -3 (4-7) fino al +2 (7-9). Nonostante gli angoli trovati da Mendaro, la Golem guadagna un bottino di 4 punti di vantaggio (12-16 con timeout chiesto dal tecnico ospite Cicatelli) che riesce abilmente a difendere fino alla fine. Sull’errore in battuta di Strobbe si chiude il primo set, vinto meritatamente dalle olbiesi per 25-19.

La squadra di Giangrossi inizia bene anche nella seconda frazione, con il muro vincente di Cecconello che permette di guadagnare il +3. Baronissi perde ulteriormente contatto sotto i colpi di Melli e Soos, e sul 17-9 la Golem sembra controllare senza problemi. Il tecnico ospite, a questo punto, sostituisce Avenia con Baruffi in regia e trova energie importanti dalla panchina. La P2P scalfisce le certezze dell’Hermaea e rimonta fino al -1 (18-17). Anche Giangrossi, dall’altra parte, opta per il cambio di palleggiatrice per sopperire a un momento di leggera difficoltà accusato da Spinello. Simoncini risponde bene e l’Hermaea, mostrando ottima tenuta mentale, difende il vantaggio. Le padrone di casa conquistano la palla set con il muro di Bartolini e chiudono i conti con un altro grande attacco di Uchiseto (25-19).

Baronissi accusa il contraccolpo psicologico, e raramente nel corso del terzo set riesce a impensierire una Golem sempre padrona della situazione. Con due muri vincenti in fila di Melli e Bartolini le olbiesi trovano il +4 (6-10). Cicatelli chiama un nuovo minuto di sospensione, che però non cambia l’andamento generale dell’incontro: Uchiseto allunga ulteriormente sul 13-18, la P2P Givova non reagisce e crolla definitivamente sull’errore al servizio di Baruffi. Ancora una volta, di fronte al proprio pubblico, la Golem vince e convince.



Il traguardo della salvezza è vicino, anche se coach Giangrossi resta prudente: “Non abbasseremo la guardia finchè non arriverà il conforto della matematica – dichiara a fine partita – anche perché il campionato sta offrendo dei risultati inaspettati. Alla vigilia non pensavo che avremmo potuto vincere in maniera così netta contro un ottimo avversario come Baronissi. Complimenti a tutte le ragazze, che hanno saputo reagire anche ai momenti di difficoltà offerti dalla partita”.

Golem Olbia-P2P Givova Baronissi 3-0 (25-19; 25-19; 25-17)

Golem: Simoncini, Iannone 1, Uchiseto 13, Spinello, Murru, Bartolini 7, Soos 10, Cecconello 6, Melli 13, Barbagallo, Caboni 1, Barazza. Allenatore: Giangrossi

P2P Givova: Baruffi 1, Ferrara, Travaglini 1, Avenia 1, Prestanti 1, Mendaro 19, Strobbe 4, Maggipinto, Pedone, Lopez, Moneta 5, Quarchioni. Allenatore: Cicatello

Arbitri: Laghi e Cavalieri

Ufficio Stampa

Altre notizie relative

Hermaea Olbia, due nuovi volti nello staff Coach Anile potrà avvalersi della collaborazione di Matteo Meloni e Daniele Colombino. Marco Spano sarà ancora il preparatore atletico
Hermaea Olbia, Anile: “Il quinto posto è possibile” A quattro giorni dall’inizio della preparazione il tecnico romano traccia un bilancio del mercato e analizza il prossimo torneo di A2
Colpo Hermaea, arriva la russa Nikolaeva Arriva in Gallura la forte schiacciatrice già protagonista in Champions League con Dinamo Kazan e Dinamo Krasnodar

...e tu cosa ne pensi?

300