Mereu: “Ora tutto per i playoff”

Le parole del tecnico dopo Olbia-Prato 1-1: “Vittoria non sarebbe stata demeritata”

Bernardo Mereu in conferenza stampa (foto: Sandro Giordano)

Bernardo Mereu in conferenza stampa (foto: Sandro Giordano)

Bernardo Mereu commenta così la sfida tra Olbia e Prato, finita 1-1 al “Bruno Nespoli” (Clicca qui per cronaca e tabellino)

“Il primo tempo era giusto finisse in parità, nella ripresa ci stava un 3-0 per noi. Non siamo riusciti a vincere, ma c’è stata una prestazione importante, sono contento anche per aver fatto esordire Mossa (classe ’99) e per aver riproposto Vispo, segno di come l’Olbia si stia sempre più aprendo ai giovani, anche locali. Oggi parlerei di prestazione da incorniciare, peccato per il risultato. Nella ripresa sono tornate energie fisiche e mentali, abbiamo creato molte opportunità, potevamo avere anche un rigore che ci stava, mentre il fallo di mano di Cotali era davvero impercettibile. Pazienza, non pensiamo a questioni arbitrali e andiamo avanti accettando le decisioni. Ho avuto la prova della serietà dei ragazzi, per questo a Lucca possiamo fare una grande prestazione”.



Sulla classifica. “Siamo a 43 punti, recupereremo Geroni, Vallocchia, Feola, non abbiamo nuovi infortuni, quindi andiamo a Lucca con la voglia e la fiducia per vincere ancora. Non sarà facile ma c’è ancora fame. Ogni gara, di volta in volta, ci dirà se possiamo andare ai playoff, e se possiamo goderci delle belle giornate tra Lucca, in casa con la Viterbese e Monza”.

Playoff a tiro. “Prima di parlarne pensiamo a prenderli, noi giocheremo sempre a petto in fuori e col coltello tra i denti. Poi vedremo dove saremo”.

Ad un certo punto fuori Silenzi e dentro Mossa. “Christian era stanco, volevo dare più freschezza e vivacità all’attacco e così è stato, grazie a Mossa”.

Pasquale Catalano in conferenza stampa al “Nespoli”

Pasquale Catalano in conferenza stampa al “Nespoli”

Così Pasquale Catalano, tecnico del Prato. “Abbiamo fatto un punto che mi rende felice, abbiamo giocato bene nel primo tempo, loro hanno prevalso nella ripresa, Ragatzu sposta gli equilibri e ti mette in crisi. Nel secondo tempo siamo stati fortunati a non subire il secondo gol, anche se l’1-1 è stato abbastanza casuale. Nei primi 25′, direi tutto il primo tempo, abbiamo fatto molto bene, poi c’è stata sofferenza. Merito all’Olbia per averci impensierito molto, noi nella prima frazione credo li abbiamo stupiti col 3-4-3 a sorpresa. Andiamo avanti, con fiducia, consci dell’obiettivo, e di doverci meritare i punti giocando a calcio come fatto oggi nel primo tempo. Se ci difendiamo e basta facciamo enorme fatica a rimanere schiacciati in area”.

dall’inviata Roberta Marongiu





Lascia un commento