Oriani (Gazzetta) e Pedrazzi (Corsera): “Dinamo Sassari, non si può sempre vincere” (VIDEO)

La Dinamo Sassari, nuovo momento di difficoltà per lei in stagione

La Dinamo Sassari, nuovo momento di difficoltà per lei in stagione

La Dinamo Sassari esce con le ossa rotte dalla Final Eight di Coppa Italia, perdendo ai quarti contro Cremona e abdicando dal trono occupato sin dal 9 febbraio 2014. Una situazione ingarbugliata in casa biancoblù, tra problemi tecnici e ambientali (le dichiarazioni post-Cremona sul fallo non commesso che ha permesso a Cazzolato di portare una gara ormai vinta all’overtime), sulla quale abbiamo chiesto lumi a due prime firme di Gazzetta dello Sport e Corriere della Sera, i baskettari Massimo Oriani e Werther Pedrazzi.

“Secondo me la Dinamo Sassari ha fatto troppi cambiamenti – dice Oriani (Gazzetta dello Sport) – Ha inserito un elemento come Mitchell che ha tanto talento e atletismo, ma che è un accentratore e rischia di rompere equilibri, sicuramente per ora questi equilibri non sono ancora stati trovati dopo il suo innesto. Quando parti da campione di tutto – continua – e ti trovi in questa situazione non puoi non parlare di anno deludente, magari anche fallimentare, più probabilmente di transizione. Si riparte da zero, sbagli acquisti come è successo, ma i tifosi avranno pazienza e dovrammo necessariamente averla, perché la Dinamo non è il Real Madrid e non si può sempre vincere”.

Così Pedrazzi (Corriere della Sera): “E’ un campionato dove solo Milano può perdere, a detta di tutti (noi, me compreso). Segnato da grande equilibrio e dove chi sta dietro ha tanta voglia di prendere la lepre. Per Milano ogni partita rappresenta uno scoglio contro un avversario che ha grande fame di punire la super favorita della stagione. C’è molta incertezza, anche perché secondo me ci sono formazioni che hanno puntato molto (se non tutto) su costruzione dell’insieme, penso a Trento, Reggio Emilia e Avellino, dove mancano i nomi altisonanti ma esiste un sistema di gioco. Per me sono queste le tre insidie maggiori per l’EA7 Milano”.

Sulla Dinamo Sassari: “Ha profondità di roster, atletismo e tecnica. L’ambiente non deve subire l’onda di ritorno e dirsi deluso perché l’anno scorso ha vinto tutto e quest’anno fa fatica. Sassari ha un ambiente sano, e secondo me la Dinamo può tornare protagonista nel finale di stagione e poi ai playoff. Non dimentichiamo che c’è in squadra un signore come Logan, che va sostenuto dal resto del gruppo. Ma la Dinamo è viva…”.

Marco Bizzotto – Inviato alle Final Eight 2016 di Milano

GUARDA IL VIDEO – INTERVISTA A WERTHER PEDRAZZI

GUARDA IL VIDEO – INTERVISTA A MASSIMO ORIANI

Ti potrebbero interessare anche...

Commenti