Fossati, prestito e obbligo di riscatto. Cagliari, hai fatto bene?

Fossati lascia il Cagliari. E’ la scelta giusta per i rossoblù?

fossati (5)

Marco Ezio Fossati, solo una stagione in rossoblù per lui

La valigia è pronta, resta solo da imbarcarsi: direzione Verona, sponda Hellas. Marco Ezio Fossati sarà, da sabato, un giocatore gialloblù. Una scelta chiara e ponderata quella dell’ormai ex centrocampista del Cagliari, che pone fine alla sua esperienza in Sardegna durata appena una stagione.



L’ex Perugia arriverà in Veneto in prestito con obbligo di riscatto in caso di promozione degli Scaligeri, guidati quest’anno da Fabio Pecchia. Un segnale inequivocabile di come Fossati cercasse un progetto con vista sulla Serie A, portandolo così a respingere le avances di squadre come Benevento, Bari e Frosinone. Il centrocampista, arrivato a parametro zero nel 2015 con l’ingombrante etichetta di miglior centrocampista della Serie B precedente (assieme a Di Gennaro), saluta così l’isola.

Fossati è stato epurato dal progetto tecnico al termine di un campionato condito da 36 presenze, nelle quali si è spesso adattato al ruolo di mezzala per poter convivere proprio con l’ex Vicenza, primo pilota della fuoriserie di Rastelli. La trasferta di Avellino il punto più alto della sua stagione, prima del calo (comune a molti elementi della rosa) del bimestre marzo-aprile. Professionista esemplare per eclettismo tattico e disciplina, è stato uno dei pilastri portanti dell’ultimo Cagliari. Dove avrebbe meritato di giocare, dando quel supporto di cui, in via Mameli, ci si è sbarazzati con eccessiva leggerezza. Fossati riprende così da Verona la sua personale caccia al piano più alto del calcio italiano. C’è da augurarsi che l’ideale vice Di Gennaro, ricercato da Capozucca in questi giorni, non sia (fosse) proprio quel numero 33 scaricato con troppa fretta dal sodalizio rossoblù.

Giampaolo Gaias




Commenti Facebook


Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Follow
Google+
YouTube
Instagram

Lascia un commento