.

.

L’incontro casalingo di sabato scorso ha riportato la quarta sconfitta stagionale, ma ha mostrato ciò che da inizio campionato si cercava di costruire, ovvero una squadra, che intorno ai nuovi giovani costruisse le fortune degli anni a venire.



Le parole di fine partita dell’allenatore Minniti fanno ben sperare sul futuro: “12 a 43…Il risultato potrebbe indurre gli amanti delle statistiche a dire: un’altra sconfitta. Invece NO. Ieri pomeriggio, i 17 superstiti Sirbons che sono scesi in campo hanno giocato bene. Si potrebbe anche dire che con un po’ meno sfortuna il risultato finale poteva essere meno pesante. Non certo per sminuire il valore di una squadra come i Trappers, che forti del vantaggio acquisito nel primo periodo hanno dato spazio ai giovani nella seconda parte di gara, gestendo intelligentemente la partita e facendo fare un’inestimabile esperienza a chi non è ancora pronto a soffiare il posto ai titolari. I Sirbons hanno giocato come una vera squadra, finalmente, si sono aiutati l’un l’altro: a dimostrarlo il TD su corsa, portato Donato Murgo, ma accompagnato dal fantastico lavoro della OL. Il rammarico, anche in questa partita, resta quello di non avere un roster profondo, che ha costretto WR e QB a giocare anche CB, i LB a giocare WR o RB, gli OL a giocare DL. Sapevamo che quest’anno sarebbe stato difficile, ma forse a inizio campionato alcuni dei ragazzi non se ne erano pienamente resi conto. Mancano ancora due partite, due possibilità ancora per mettere la W al nostro box score”.

Perdere non piace a nessuno, ma con il giusto impegno e la forza di un gruppo che partita dopo partita si sta consolidando, prendendo coscienza nei propri mezzi, si può e si deve guardare al futuro con un sorriso, che con grande orgoglio non è mai mancato nel volto della squadra sarda. Questo sabato si scenderà nuovamente in campo per la temibile sfida con gli Etruschi che arriveranno per agguantare una vittoria che gli permetterebbe di contendersi la testa del girone con i Veterans. L’obiettivo dei Sirbons sarà di ben figurare, facendo vedere del buon football e insistendo nel percorso di crescita continua per ripagare loro stessi e il grande pubblico che gli sostiene. Sabato sarà una giornata speciale per il football isolano, poiché ci sarà la concomitanza sia della partita dei Sirbons nel pomeriggio che quella dei Crusaders Cagliari nella serata, a Cagliari. La collaborazione tra le due franchigie ha portato alla realizzazione di una locandina condivisa e a un evento sui social network che sta portando grande riscontro positivo per entrambe le società.




L’appuntamento è per sabato alle ore 14.30 presso il Sirbons Field in Via Risorgimento ad Assemini, per chi non potrà esser presente, sarà inoltre possibile seguire l’aggiornamento del punteggio sul sito ww.game-day.it.

Ufficio stampa Sirbons Cagliari AFT

Altre notizie relative

Football Americano, i Sirbons espugnano Roma I sardi passano nella capitale prima della pausa di venti giorni
Sirbons sconfitti all’esordio casalingo I Fighting Ducks Roma passano 7-26
Football Americano, trasferta a Cecina per i Sirbons All'andata i toscani si imposero 12-43

...e tu cosa ne pensi?

300