united-colors-of-sirbons

.

La foto in copertina rispecchia lo spirito dei Sirbons, che sabato, nonostante la sconfitta hanno dimostrato di essere una Squadra con la esse maiuscola.




Queste le parole del giocatore Carlo Cappai: “Una foto con mille significati. Quattro pugni. Quattro come i mori sulla bandiera della Sardegna. Quattro come i punti cardinali, perché i pugni sono di due ragazzi sardi, un libico e un nigerino. Uniti da una passione comune per lo sport, uno sport, il football americano, nel quale si combatte fianco a fianco come un unico essere, dove il primo obiettivo è quello di proteggere il proprio compagno, il proprio fratello. E proprio come fratelli i Sirbons hanno accolto Abay e Neasar, provenienti da paesi vicini eppure così distanti per abitudini e cultura. L’ennesima dimostrazione, se dovesse ancora essercene bisogno, che lo sport unisce e che i nostri fratelli da oltremare sono una risorsa e non un problema. Questa foto vuole essere uno schiaffo in faccia a tutti i vergognosi commenti razzisti che si leggono ultimamente. Una foto che spero venga condivisa da tante persone per dimostrare che siamo veramente tutti fratelli. Quattro pugni, un unico grande cuore blu, una sola razza, quella umana, una sola famiglia di cui sono orgoglioso di fare parte”.

Una serie di sfortune ha ridotto il roster a disposizione del coach minniti ma tutti i ragazzi si son impegnati tantissimo, in ogni ruolo e in ogni azione che gli ha visti coinvolti. Il risultato finale è stato di diciotto a quarantotto in favore degli Etruschi Livorno che hanno meritato la vittoria, dilagando nel punteggio durante il secondo tempo, più lucidi e in grado di colpire i Sirbons nei loro punti deboli.




L’analisi di coach Minniti: “Oggi è stato un bel pomeriggio di football. A macchiare la miglior partita stagionale dei Sirbons ci si son messi malattie e infortuni. Non che gli Etruschi non abbiano giocato, altroché. Ma perdere entrambe le guardie (una a casa malata, l'altra stirata a metà del secondo quarto) e un LB, con un roster già di per sé molto corto non ci ha aiutato. Il primo tempo i Sirbons hanno macinato yard con l’offense e messo punti sul tabellone, facendo vacillare le certezze dei livornesi. Nel secondo periodo la stanchezza e gli infortuni citati hanno lasciato spazio all’attacco degli Etruschi che ha dilagato. Il mio personale MVP è per Alessandro Ragazzo, diciassette anni, che quest’anno avrebbe dovuto giocare MLB, la penultima partita l’ha giocata anche come RB e oggi ha esordito come OG senza averlo mai neanche provato. Sabato 20 si gioca a Cecina, ultima possibilità per la W”.

Una fase di gioco tra i Sirbons e gli Etruschi

Una fase di gioco tra i Sirbons e gli Etruschi

Quando in una sconfitta è complicato individuare chi è stato il miglior in campo è un segnale molto positivo sull’andamento della squadra, i ragazzi, infatti, sarebbero tutti da nominare per il grande impegno profuso in campo, ma avremmo bisogno di un manoscritto intero per descriverne le gesta. Alcuni però hanno dato sfoggio delle loro capacità con una prestazione maiuscola, partiamo dal duo dei fratelli Curcio, che giocando rispettivamente Quaterback e Tight End in attacco e Corner back e Line Backer in difesa, stanno dimostrando il loro potenziale, Alessandro Ragazzo che con i suoi diciassette anni ha giocato ovunque, mostrando un grande impegno, Giovanni Fadda che alla sua prima stagione e con diciotto primavere sulle spalle ha segnato due splendide mete grazie ai blocchi della linea e a un sempre verde Marco Vacca che si fa sempre in quattro per la squadra. Non da meno son i ragazzi che non sono stati nominati, ma di cui avremo presto modo di parlare. Con questa patita si è concluso il tris d’incontri casalinghi in cui il comune di Assemini, i partner e il pubblico hanno avuto un ruolo fondamentale, con un supporto costante a tutta la società sarda, che in queste due settimane lavorerà duramente per cercare di regalargli una vittoria che meritano e che questa stagione non è ancora arrivata.

Ufficio stampa Sirbons Cagliari AFT

Altre notizie relative

Crusaders KO, Meloni saluta Il resoconto della giornata di campionato e le interviste
Sirbons sconfitti all’esordio casalingo I Fighting Ducks Roma passano 7-26
Sirbons, si parte! Appuntamento sabato alle 13 al "Santa Maria" di Assemini

...e tu cosa ne pensi?

300