Dessena e Barella, protagonisti di Cagliari-Crotone (foto: Zuddas)

Dessena e Barella, protagonisti di Cagliari-Crotone (foto: Zuddas)

Cragno 6 – Si gode la prima uscita alla Sardegna Arena da spettatore non pagante, risponde presente quelle poche volte in cui viene chiamato in causa.

Padoin 6,5 – Tutt’altro che bello da vedere, l’ex Juve si dimostra il solito gregario e le sue continue sovrapposizioni sulla fascia permettono spesso ai rossoblù di trovarsi in superiorità numerica sulla destra. Dai suoi piedi partono la maggior parte dei cross di giornata.

LEGGI IL REPORT E LE INTERVISTE (A GIULINI, RASTELLI, PAVOLETTI) DOPO CAGLIARI-CROTONE 1-0 (clicca qui)


Andreolli 6 – L’attacco del Crotone è davvero troppo lento, tenerlo a bada per l’esperto difensore classe ’86 è un gioco da ragazzi. A volte risulta un po’ farraginoso in fase di impostazione, graziato dall’arbitro nel primo tempo quando perde una palla velenosa da ultimo uomo.

Pisacane 6,5 – Capacità di anticipo elevatissima, fiducia estrema nei propri mezzi e solidità difensiva lo incoronano a leader della retroguardia. La scommessa più grande di Rastelli è stata vinta su tutta la linea, giocatore ormai imprenscindibile per il Cagliari.

Capuano 6 – Compensa evidenti lacune tecniche e soprattutto tattiche con impegno e dedizione, conosce i suoi limiti e cerca sempre di non strafare. Nel complesso porta a casa la pagnotta, ma la fascia sinistra è ancora il punto debole della difesa rossoblù.

Dessena 5,5 – La sua presenza stride in un centrocampo di qualità come quello completato da Barella e Cigarini. Palla al piede pare spesso spaesato e talvolta è colpevole di rallentare l’azione, non commette errori grossolani, ma è difficile immaginarlo protagonista in questa stagione. (dal 56′ Ionita 6,5 – Il tempo di ingranare la marcia, poi il moldavo con tutta la sua fisicità risulta straripante anche come trequartista).

Cigarini 6 – Piedi educati, visione di gioco elevata; gli manca forse un pizzico di cattiveria. Si perde un po’ nella ressa del centrocampo dopo un inizio di partita notevole. Potrebbe tentare più spesso il tiro dalla distanza, sembra infatti esagerare a volte nella ricerca dell’ultimo passaggio. Il Cagliari ha comunque trovato un ottimo regista.

Barella 7 – Che bellezza veder giocare questo ragazzino terribile dalla personalità dei numeri uno. Non sbaglia un pallone, lotta, recupera, pennella: centrocampista vero, il futuro è tutto suo.

João Pedro 6,5 – Scompare e ricompare dal match come suo solito, ma quando la lampadina è accesa fa in tempo ad inventare l’assist per l’1-0 di Sau e a sfiorare il raddoppio con un destro a giro. Per oggi bastava così. (dal 70′ Faragò 5.5 – Il tempo di entrare e regalare un’occasione da gol al Crotone alimentando i dubbi sul suo conto, tuttavia è vivace e forse rappresenta un’alternativa più valida rispetto a Dessena).



Sau 7 – Era ora! Il tonarese si sblocca con un tiro chirurgico che bacia il palo e gonfia la rete della nuova Sardegna Arena, firmando la prima vittoria stagionale che dà morale a tutto l’ambiente. Vincere era fondamentale, bello farlo grazie al gol di un ragazzo che per questa maglia ha sempre dato tutto se stesso, e forse anche qualcosa di più. (dal 76′ Farias S.V. – Pochi minuti e qualche bella giocata, la staffetta con Sau è di assoluta qualità).

Pavoletti 6 – Ancora in fase di rodaggio, l’ex Genoa sfiora il gol nel primo tempo e poi annaspa un po’ alla ricerca della migliore condizione. Bravo Rastelli a dargli fiducia per tutti i novanta minuti, avrà tempo e spazio nelle prossime settimane per tornare al top della forma.

All. Rastelli 6,5 – Squadra solida difensivamente e concreta nel trasformare la prima occasione utile, attenta poi a gestire il vantaggio senza rischiare praticamente mai. I rossoblù giocano anche discretamente bene nel primo tempo, trovando invece molti meno spazi nella ripresa. L’importante era portare a casa i tre punti dopo le due sconfitte consecutive iniziali e così è stato, anche se solo per 1-0: con queste vittorie si costruisce la salvezza.

Oliviero Addis



Altre notizie relative

Il Chelsea piomba su Barella Il Chelsea di Maurizio Sarri e Gianfranco Zola sarebbe disposto a mettere sul piatto 45 milioni di euro
De Laurentiis: “Cagliari, bella squadra” Il presidente del Napoli verso la sfida in Sardegna (sabato alle 18)
Chiamatele manie di protagonismo L'EDITORIALE | Le nostre opinioni dopo le decisioni del Giudice sportivo relative a Cagliari-Roma

...e tu cosa ne pensi?

300