Bernardo Mereu

Bernardo Mereu

Dopo il tris di partite della scorsa settimana conclusosi domenica scorsa con la sconfitta contro il Siena, l’Olbia si prepara alla trasferta di Arezzo. Per Bernardo Mereu l’avversario è di quelli importanti e il messaggio che traspare è la grande consapevolezza della propria forza, ancora più chiara alla luce delle ultime prestazioni e al netto dei punti ottenuti. Queste le sue parole sulla compagine toscana: «L’Arezzo ha cambiato tecnico da qualche partita e sta ottenendo dei buoni risultati. Hanno cambiato atteggiamento e questo ha dato loro quei punti che erano già nelle loro corde nelle prime giornate. I loro giocatori sono di spessore e hanno grande esperienza»



Sull’atteggiamento da adottare: «Affronteremo la gara cercando di raccogliere il massimo, questo è il nostro principale obiettivo. Per raggiungerlo dobbiamo fare noi la partita. Sarà una gara difficile e molto impegnativa perché veniamo da due partite in casa che ci hanno fruttato solo un punto e dobbiamo interrompere questo piccolo ruolino portando a casa un risultato positivo. Non giochiamo al “Nespoli” e non potremmo godere del calore del nostro pubblico ma dovremmo avere personalità e capacità di gestire la gara. La palla è vuota, sta a noi riempirla con le nostre idee di gioco. Io, come sempre, ho grande fiducia nel lavoro svolto dai miei ragazzi. Non dimentichiamo che sono giovani ma tutti danno il massimo e l’obiettivo è che migliorino sempre di più».

Biancu potrebbe essere un’alternativa a Murgia? «Murgia sta facendo bene, è alla sesta partita in Serie C ed è voglioso di apprendere e crescere, ritengo che stia facendo un buon lavoro per sé e gli altri. Biancu è stato reintegrato in maniera definitiva nel gruppo, ha svolto con la squadra tutti i lavori, rispondendo molto bene. Ovviamente l’inserimento di un ragazzo di 17 anni che viene da un infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo per molto tempo non può avvenire in termini rapidi, lui può essere usato per un certo numero di minuti ma sono certo che risponderà presente. I 90’ si costruiscono con pazienza mentre Murgia dà più garanzie. Il nostro 4-3-1-2 è un modulo che sembra disegnato sulle caratteristiche dei nostri giocatori».

Questione attacco: chi sarà scelto accanto a Ragatzu? «Ogunseye ha la fisicità giusta per questo genere di partite. Ha dimostrato sempre tanta voglia e abnegazione, perciò la scelta sarà confermata verso di lui che non ha eguali in termini di generosità».

Roberta Marongiu 



Altre notizie relative

Ceter-Ragatzu, che tandem! Crosta volubile Le pagelle dell'Olbia dopo la vittoria con l'Albissola
“Può nascere qualcosa di speciale” Le parole del tecnico dei bianchi dopo la partitella con la Primavera rossoblù
L’Olbia ne fa 3 al Cagliari Primavera Un buon allenamento tra Olbia e Cagliari Primavera

...e tu cosa ne pensi?

300