Pasqualino Giangrossi

Pasqualino Giangrossi

La sconfitta nella sfida impossibile di Chieri è già passata in archivio. La Golem Olbia è pronta a ripartire, e domenica pomeriggio sfida sul taraflex del PalAltoGusto la Golden Tulip Caserta con l’obiettivo di regalare al proprio pubblico la prima gioia stagionale. Per riuscire nel proprio intento, l’Hermaea, potrà avvalersi un’alleata in più: dopo aver risolto i problemi burocratici relativi al transfer internazionale, nella tarda serata di giovedì è infatti giunta in Sardegna Mami Uchiseto, schiacciatrice giapponese che andrà a impreziosire il roster di coach Pasqualino Giangrossi“Siamo molto felici di avere Mami tra noi – dichiara il tecnico – è reduce da un viaggio di 20 ore, e non potrà essere certamente al meglio della forma fisica. Le circostanze, però, ci impongono di buttarla nella mischia già a partire dalla sfida contro Caserta, e sono sicuro che grazie al suo talento e alla sua esperienza saprà esserci subito molto utile”.



L’infermeria, intanto, non si è ancora svuotata: mentre Carlotta Simoncini ha dovuto fermarsi a causa di un problema fisico, nei giorni scorsi la prima palleggiatrice Natasha Spinelloha ripreso a lavorare con il gruppo. La sua condizione non è certamente al top, ma l’ex Bolzano stringerà i denti e si metterà a disposizione della squadra: “In settimana – aggiunge il coach – abbiamo lavorato su un sistema di gioco che possa permetterci di essere efficaci nella costruzione dell’attacco nonostante i problemi fisici di Natasha. Dobbiamo fare di necessità virtù, e per questo siamo andati alla ricerca di soluzioni tattiche alternative”.

L’emergenza, insomma, non è ancora venuta meno, ma la sfida contro Caserta potrà già fornire delle risposte importanti: “Al netto delle ben note difficoltà, a Chieri abbiamo fatto vedere anche delle cose interessanti – prosegue Giangrossi – dobbiamo seguire l’onda, migliorando nella gestione dell’errore e nelle interpretazioni del gioco. E in questo senso l’arrivo di Uchiseto non potrà che giovarci”.

Alla sua terza partecipazione consecutiva all’A2, lo scorso anno la VolAlto Caserta ha ottenuto la salvezza classificandosi al dodicesimo posto, con 4 punti di ritardo rispetto all’Hermaea. La compagine campana ha cambiato tanto nel corso dell’estate, a cominciare dalla guida tecnica affidata al serbo Dragan Nesic. In campo, invece, la Golden Tulip può contare sull’esperienza e sulle doti di leadership del posto 4 Francesca Moretti (lo scorso anno a Palmi con coach Giangrossi), sull’estro della palleggiatrice Sonia Galazzo e sulla potenza della giovane croata Lea Cvetnic. Nei giorni scorsi, infine, il sodalizio casertano ha annunciato l’ingaggio della schiacciatrice Karyna Denysova, elemento di punta della nazionale ucraina: “Sarà una gara dalle mille incognite – commenta ancora il tecnico della Golem – Caserta ha riposato nel primo turno, mentre in precedenza aveva affrontato gli impegni di pre season senza la palleggiatrice titolare. E’ difficile, dunque, preparare un piano partita ben preciso. Dovremo cercare di leggere la partita in maniera tempestiva ed essere pronti a trovare le contromosse giuste. In questa fase della stagione, però, siamo concentrati soprattutto sulla costruzione del nostro gioco. Il resto arriverà più avanti”.

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport



Altre notizie relative

Hermaea Olbia, due nuovi volti nello staff Coach Anile potrà avvalersi della collaborazione di Matteo Meloni e Daniele Colombino. Marco Spano sarà ancora il preparatore atletico
Hermaea Olbia, Anile: “Il quinto posto è possibile” A quattro giorni dall’inizio della preparazione il tecnico romano traccia un bilancio del mercato e analizza il prossimo torneo di A2
Colpo Hermaea, arriva la russa Nikolaeva Arriva in Gallura la forte schiacciatrice già protagonista in Champions League con Dinamo Kazan e Dinamo Krasnodar

...e tu cosa ne pensi?

300