Max Canzi, allena la Primavera del Cagliari dal 2015

Max Canzi, allena la Primavera del Cagliari dal 2015

LE PAGELLE DI CAGLIARI-CROTONE 2-1 (LEGGI QUI IL RACCONTO DEL MATCH!)

Daga 6.5 – Non sbaglia nulla, viene impegnato pochissimo, nel finale para alla grande col piede e viene battuto senza responsabilità dal pallone che fissa il punteggio sul 2-1.



Kouadio 7 – Si conferma il migliore del gruppo, giocatore con passo e grinta diversa rispetto ai compagni. I suoi break, i suoi contrasti e le sue iniziative con e senza palla danno sfogo prezioso alla manovra. Imprescindibile, ma non è una novità.

Cadili 5.5 – Da terzino sinistro rende così così, si impegna nelle due fasi ma è per forza di cose poco propositivo in avanti e fragile dietro, quando un paio di volte si fa sorprendere in modo rischioso.

Molberg 6 – Il Crotone non impegna la difesa se non con iniziative sporadiche, lui e il compagno se la cavano anche se tutti i palloni vaganti creano brividi. C’è da lavorare sulle qualità tecniche (per migliorare il giro palla da dietro) e la capacità di leadership, ma la voglia c’è.

Antonini Lui 6 – Controlla giocando di posizione, la pochezza crotonese lo agevola. Cerca le sue classiche sortite offensive in occasione di calci piazzati, ma non è giornata fortunata.



Colarieti 5.5 – Migliora nel finale, prima di essere sostituito. Ennesimo giocatore provato da Canzi davanti alla difesa, alterna buone cose (soprattutto in interdizione) a momenti dove sbaglia o rallenta eccessivamente. Da rivedere in quella posizione, e in generale deve scuotersi. (84′ Bruno Floris s.v. – Pochi minuti per gioire con i compagni per la vittoria e per l’esordio).

Tetteh 5.5 – La grinta non manca, e anche le entrate dure (almeno un giallo lo avrebbe meritato). Qualità questa sconosciuta, sovente eccede nel portare palla e fa perdere alla squadra tempi di gioco in modo sanguinoso. Ha il fare da leader, non molla mai, ma per diventare calciatore servono tanti passi ancora.

Porcheddu 5 – Solito trottolino generoso, però ne azzecca poche, vagando sulla fascia sinistra provando a creare occasioni da quella parte. Il tocco è quasi sempre fuori misura o intercettato, non sfrutta un bell’assist di Tetteh. (dal 59′ Mastromarino 7.5 – Cambia e decide la partita, che sino al suo ingresso aveva visto il Cagliari cingere d’assedio i trenta metri difensivi del Crotone senza pungere. Spacca la difesa per l’1-0, procura il corner del 2-0, dà sbocchi alla manovra. Migliore in campo).

Gagliano 6 – Enorme quantità come sempre, partendo da sinistra à la Borriello, per poi accentrarsi e sfruttare il mancino. Non preciso sotto porta, quando prima Macci gli nega un bel gol per l’1-0 e poi si mangia un pallone d’oro quando ancora si era in parità. Non la sua miglior partita, ma è tra gli insostituibili.

Ladinetti 5.5 – Cresce alla distanza, ma l’impressione è che giochi sempre in punta di piedi centellinando sudore e qualità, che nei suoi piedi alberga in buone dosi. Finisce così per galleggiare senza incidere.

R. Doratiotto 6.5 – Non troppo appariscente ma sempre dedito al lavoro sporco in avanti, aprendo spazi e combattendo. Esce infatti tra gli applausi. (dal 78′ Fini 6 – La gioia del gol sporco e l’ingresso in campo con la mentalità giusta).

Allenatore: Max Canzi 7 – Quando segnano i subentrati si dice che l’allenatore ha azzeccato i cambi oppure che aveva sbagliato formazione. Stavolta premiamo la prima ipotesi, perché l’allenatore milanese aveva visto bene una gara poi dominata dai suoi, giocata per 96′ con grande personalità e pazienza, e poi scossa dall’innesto di Mastromarino. La qualità sulla trequarti non è eccelsa e si fa fatica a cambiare passo, però si è vista una squadra in grado di spingere con continuità. Da rivedere i meccanismi difensivi, soprattutto sui palloni laterali. Cerca ancora il miglior centrocampo, ruotando calciatori e relative mansioni.

Fabio Frongia

TABELLINO

CAGLIARI: Daga, Kouadio, Cadili, Molberg, Colarieti (84’ B. Floris), Antonini Lui, Tetteh, Porcheddu (59’ Mastromarino), Gagliano, Ladinetti, R. Doratiotto (78’ Fini).

CROTONE: Macco, Villa, Carozza, Gennari, Liviera Zugiani, Cuomo, Borello, Araldo (76’ Falzetta), Marcantoni, Kotnik (59’ Paparo), Giannotti (30’ Sapone).

ARBITRO: Di Cairano di Ariano Irpino.

RETI: 73’ Mastromarino, 82’ Fini, 93’ Marcantoni.



Altre notizie relative

Pagelle: il miglior Cagliari tra conferme e sorprese I nostri voti e giudizi al Cagliari Primavera dopo il colpo di Firenze
Verde-gol, il Cagliari sbanca Firenze Il racconto minuto per minuto e il tabellino di Fiorentina-Cagliari (Primavera 1)
Pagelle: Porru, che gol! Contini non tradisce I nostri giudizi dopo il 2-2 tra Cagliari e Sassuolo

...e tu cosa ne pensi?

300