Massimiliano Paba (foto Alessandro Sanna - www.lattedolcecalcio.it)

Massimiliano Paba (foto Alessandro Sanna – www.lattedolcecalcio.it)

A margine del match fra Sassari Latte Dolce e Latina, terminato con un pari a reti bianche, si presentano in conferenza stampa i due allenatori. Così Massimiliano Paba, tecnico dei sassaresi, che analizza il buon risultato ottenuto contro la formazione laziale: “Prendiamo questo risultato con soddisfazione e ottimismo, soprattutto per la prestazione, fatta di grande organizzazione e cuore. Sono le componenti più importanti per ripartire. Il risultato odierno arriva contro una delle grandi del campionato, ha le ambizioni giuste per puntare ad un campionato importante. E’ stata disputata una grande prestazione, siamo soddisfatti“. Sui cambiamenti tattici: “Abbiamo cambiato sistema di gioco in due settimane, devo fare i complimenti ai ragazzi perché stanno dando tanto, vedo grande dedizione in settimana e anche oggi grande cuore“.



E continua, parlando della grande disponibilità dei suoi: “C’è voluta una grande partita e tanta disponibilità per arginare i loro esterni e il trequartista. I cambi a livello di formazione sono stati accettati e condivisi da tutti e i risultati si vedono“. Ancora sulla gara: “Abbiamo avuto delle belle occasioni pur non sfruttandole. Bisogna essere sempre ottimisti. Non abbiamo preso gol, questo deve essere un punto di partenza, soprattutto considerando gli avversari che avevamo di fronte. Loro sono davvero un’ottima squadra“. Quindi, ancora più nel particolare: “Oggi bene con la foga e la rabbia agonistica, forse qualche ammonizione esagerata da parte dell’arbitro. Ma comunque, il punto odierno è conseguenza del lavoro. L’applicazione è una componente importante.”

Il ritorno di Paba sembra aver portato tanta serenità: “Questo non lo so, non voglio parlarne. Cosa ho detto in settimana? Ho cercato di trasmettere la serenità, ho detto semplicemente di essere un po’ più spensierati, secondo me c’era troppa pressione e tensione. Forse c’erano troppe aspettative, non hanno giovato“. E sul prosieguo del campionato: “Bisogna tenere conto anche degli avversari molto bravi e preparati, non ci sono battaglie facili in questa stagione. Non bisogna mai sottovalutare nessun impegno in questo campionato. Cercheremo di dare il massimo per cercare i tre punti, con grande rispetto. Noi non dobbiamo guardare la classifica, è quello che ho detto anche oggi. E’ importante mantenere un atteggiamento propositivo“.



Questa invece la disamina di Andrea Chiappini, tecnico dei nerazzurri, che analizza così il match: “Oggi una partita positiva, ho visto grandi passi avanti. Abbiamo saputo soffrire con una squadra che non merita questa classifica e gioca bene a calcio. Fino ad oggi  loro sfortunati, anche oggi hanno avuto diverse occasioni da rete, come le abbiamo avute noi. E’ strano a dirsi dopo uno 0-0, ma oggi abbiamo visto un bell’incontro. Tante occasioni da gol e ritmi alti. Bisogna valutare la prestazione, non sempre e solo il risultato. Abbiamo creato 4-5 palle gol, così come le abbiamo subite, dobbiamo fare meglio su alcune seconde palle, soprattutto in area. Ma siamo riusciti a creare buone situazioni“. Il tecnico ospite spende parole al miele per gli avversari odierni: “Se una squadra che si deve salvare gioca così, non è la Serie D ma altra categoria. Questa classifica non appartiene al Sassari Latte Dolce. Oggi, o comunque in questo periodo, non ha fatto risultati ma ha giocato a calcio. Ora l’allenatore ha compattato la squadra, magari giocando anche un po’ meno bene, ma porta a casa punti importanti“. Ancora sulla partita: “Oggi c’erano pochi spazi e forse a volte siamo stati poco precisi negli ultimi passaggi, oltre che in alcune uscite coi terzini. Dovevamo uscire un po’ più alti“.



In zona mista, interviene anche Alessandro Masala, centrocampista sassarese classe ’96. Queste le sue parole dopo lo 0-0 maturato contro il Latina: “Quando la società decide di cambiare allenatore è un segnale forte. Noi dobbiamo dare tutto ciò che abbiamo ogni domenica per ottenere il massimo risultato. Oggi c’è stata una grandissima prova di gruppo, il Latina è molto forte. Ha grandi giocatori e lotteranno fino alla fine per la vittoria del campionato. Noi dobbiamo cercare adesso già da domenica prossima di continuare su questa via, ce lo meritiamo tutti. Stiamo facendo bene, dando il massimo in ogni allenamento. Cerchiamo di raccoglierne i frutti“.

Le tre componenti più importanti per Masala: “Il cuore, la forza del gruppo e la tecnica. Le prime due soprattutto sono fondamentali per ottenere risultati. Dare tutto per il proprio compagno in difficoltà, è una cosa dalla quale non si può prescindere. Questo oggi credo si sia visto, tutti volevano aiutare il proprio compagno. Ciò che dobbiamo fare è seguire le indicazioni del mister, i risultati arriveranno. Il campionato è ancora lungo“. E chiosa ancora sull’avvicendamento sulla panchina dei sassaresi: “Il cambio dell’allenatore è un segnale molto forte, penso che ora ci sia un po’ più di tranquillità. Eravamo in un periodo poco brillante, volevamo a tutti i costi ottenere una vittoria ma non ci siamo riusciti. Ora stiamo seguendo le idee di mister Paba perché vogliamo raccogliere i risultati del nostro lavoro e punteremo a farlo domenica prossima nella partita contro la Flaminia“.

dall’inviato Fiorenzo Pala

 

Altre notizie relative

▶ Bianchi: “Così cambia il calcio” VIDEO - Intervista al leader dei turritani, sul Latte Dolce e non solo
Masala: “Bella gara e bel gol” Il centrocampista parla dopo la rete dell'1-1 di Budoni
“La strada è ancora lunga” Le parole di Tortora, Peana e Sarritzu dopo la sconfitta col Lanusei

...e tu cosa ne pensi?

300