Diego Lopez

Diego Lopez

Al termine di Lazio-Cagliari, partita vinta dai capitolini per 3-0, il tecnico rossoblù Diego Lopez commenta così dalla sala stampa dell’Olimpico di Roma.

Le pagelle



“Come avevo detto a voi in conferenza stampa e ai ragazzi, ho chiesto loro di giocare con personalità, siamo andati spesso in porta e la Lazio ha meritato di vincere ma lo fa con un punteggio troppo largo. Noi siamo venuti qui tenendo la palla a lungo, gli episodi ci sono andati contro ma il calcio è questo”. Si è visto qualcosa di nuovo, l’obiettivo è dare maggiore solidità e più velocità in fase di circolazione? “Sicuramente in fase difensiva bisogna migliorare, non solo in fase di non possesso e non solo a livello di reparto con i tre difensori. Entrambi gli aspetti si possono migliorare con il lavoro”.

Mercoledì con il Benevento per i giallorossi sarà ultima spiaggia, e per il Cagliari? “Sicuramente sarà una gara molto importante, dove il Cagliari dovrà fare di tutto per mettere nelle condizioni ideali i suoi attaccanti, che abbiamo visto essere in palla e dotati di qualità di rilievo. Purtroppo oggi il gol di Farias è stato annullato, peccato”.

Pavoletti e Cigarini fuori in vista del Benevento? “Un po’ per quello ma anche per le caratteristiche dei due giocatori, visto che volevo fare una partita propositiva qui. Ho guardato alla Lazio e al modo in cui potevamo farle male. Sapevamo che se fossimo venuti qui solo per difenderci avremmo preso una batosta, invece non ci siamo solo difesi e si è vista una squadra propositiva. I blackout difensivi ad inizio ripresa? Senza dubbio bisogna migliorare, non si possono regalare nemmeno 5′ di partita”.

Ha parlato con Crosta a fine partita? “No, gli ho stretto la mano. I giovani, lui come Barella, hanno voglia di strafare e a volte sbagliano. Ma un errore può capitare, l’importante è che Luca rimanga con la testa sul match e lo ha fatto”.



“So che dobbiamo migliorare e abbiamo tutto per farlo. Ho chiesto ai ragazzi di giocare con coraggio contro una grande squadra, abbiamo tirato molto e avuto un buon possesso di palla, contro un’altra squadra avremmo fatto un risultato diverso. Bisogna rimanere sereni, mercoledì sfidiamo il Benevento in una partita molto importante. La Lazio oggi ha meritato, secondo me il risultato è stato un po’ esagerato. Fuori Pavoletti? Abbiamo tre partite in una settimana, ci sono giocatori con qualità importanti e diverse tra di loro, abbiamo optato per Sau e Farias”.

“Il primo gol annullato poteva essere il pari e ci avrebbe dato una botta di fiducia. Affrontavamo una squadra forte, ma volevamo giocarcela e l’abbiamo fatto. Se manteniamo questa intensità con un’altra squadra forse basterà per fare risultato. Oggi non è bastato. Abbiamo 6 punti, ma ci sono anche altre squadre che sono sotto o pari a noi. La situazione non è critica, bisogna lavorare sulla testa e fare risultato. Poteva finire diversamente per noi, ma l’importante è che la squadra si stata aggressiva”.

Il commento di Simone Inzaghi, allenatore della Lazio: “Vogliamo cercare di restare nei quartieri alti, sappiamo che le avversarie sono molto attrezzate, dobbiamo andare avanti così. Vedendo come si divertono i ragazzi c’è da ben sperare. Abbiamo giocatori che si stanno adattando a ruoli non proprio congeniali, veniamo da 6 vittorie consecutive, abbiamo perso tre giocatori col Napoli e non è stata una perdita da poco. Ci sono squadre più attrezzate, ma c’è sicuramente da essere fiduciosi. Le avversarie? L’Inter è quella dell’anno scorso, la Juventus tiene il mercato in panchina, la Lazio invece si è migliorata tanto. “Sono d’accordo, dobbiamo cercare di continuare a questi livelli e cercare di far inserire i giocatori che ci sono mancati come Felipe Anderson. In questo momento le partite sono molto molto importanti e sono ravvicinate. La Roma è una grande squadra, ha giocatori di qualità. Nainggolan è uno di questi, fa tutte e due le fasi e glielo toglierei volentieri. Anche loro però hanno la Champions League e giocando ogni tre giorni potrebbero incontrare delle difficoltà. Dopo la sosta avremo un derby bello, tutto da giocare. Sarà un piacere giocarlo”.

dall’inviato Claudio Inconis



Altre notizie relative

Lopez: “Italia, tornerò” El Jefe dopo la vittoria del campionato col Penarol: Ecco a chi mi ispiro!
Una sterilità che viene da lontano Cagliari senza gol: i dati delle ultime stagioni dicono che...
Cellino: “Allegri al Cagliari? Un pacco…” Il presidente del Brescia sul passato nel calciomercato rossoblù

...e tu cosa ne pensi?

300