Riccardo Paolini

Riccardo Paolini

Archiviata la poco convincente prova di Latina, la Cagliari Academy riabbraccia il pubblico amico del Pala Pirastu che si prepara ad accogliere la Viola Reggio Calabria, allenata dall’ex Dinamo Marco Calvani. Il coach rossoblù Riccardo Paolini ha presentato così gli avversari: “Dopo Biella e Legnano arriva al PalaPirastu un’altra ottima squadra come Reggio Calabria. La Viola ha a disposizione giocatori di notevole valore tra cui due americani che possono esibirsi anche a un livello superiore come Roberts e Pacher. La differenza rispetto alle ultime stagioni è che la Metextra ha un impianto tecnico e tattico ben definito. I nero-arancio hanno italiani di grande esperienza come Baldassare e Fabi, che seguo e apprezzo da diverso tempo per la sua conoscenza e intelligenza cestistica, due americani forti e un gruppo di giovani dal futuro promettente. Conosco bene Benvenuti avendolo allenato l’anno scorso a Ferentino, ma sono molto interessanti ovviamente anche Caroti, Agobogan, Taflaj e Rossato. Una buona base di italiani con un allenatore molto preparato come Calvani e con un progetto preciso da seguire”.



“Credo che la trasferta di Latina – prosegue il tecnico– abbia comunque dimostrato una crescita per quanto riguarda concentrazione e dedizione sui 40 minuti. Certo non siamo ancora arrivati all’attenzione che mettiamo nelle partite casalinghe, ma siamo sicuramente sulla buona strada. La squadra in settimana si è allenata molto bene e sono contento dei miglioramenti dei ragazzi. Chiaro che dobbiamo confermare questi progressi nella gara contro Reggio”.

“Sicuramente la mia formazione – ha concluso coach Paolini – non ha nelle corde una grandissima qualità difensiva. Abbiamo quindi bisogno di tempo per lavorare. Questa settimana abbiamo aumentato il carico nella nostra metà campo, ma non mi attendo che la squadra subisca 60 punti. Mi accontenterei di tenere gli avversari sotto agli 80 punti così come vorrei limitare il numero di palle perse. Questo è un altro nostro problema che ci porta a subire contropiedi troppo facili”.



...e tu cosa ne pensi?

Registrati e accedi per inviare un commento
  Avvisami via email  
quando ci sono:
error: Funzionalità disabilitata