Mauro Giorico in panchina, accanto all'uomo mercato Antonello Zucchi

Mauro Giorico in panchina, accanto all’uomo mercato Antonello Zucchi



Non è una vigilia come tutte le altre per Arzachena e Olbia, attese da un derby che intriga l’intero movimento calcistico isolano. Il primo incrocio tra le due formazioni in Serie C. Mauro Giorico ha presentato così la gara: “E’ una partita speciale perché molto sentita dalla tifoseria ma l’abbiamo preparata come le prepariamo sempre. Affrontiamo un’ottima squadra, che vive uno splendido periodo, per cui sarà un impegno complicato anche alla luce di qualche defezione di formazione. Ma cercheremo comunque di giocarcela ad armi pari. L’importante è che sia una festa per il calcio sardo, dentro e fuori dal campo. Poi vinca il migliore: se saranno più bravi gli stringeremo la mano”.

Le numerose assenze possono rappresentare un rammarico? “Si, soprattutto perdere tre giocatori in mezzo al campo complica un po’ i piani. Però chi li sostituirà dovrà dare il massimo perché partiamo sfavoriti, ma non battuti. I nuovi arrivi? Non penso li vedremo all’opera. Ivano (Baldanzeddu, ndr) è arrivato stamattina e dobbiamo vedere come sta dal punto di vista fisico. Non abbiamo fretta di buttarlo in campo ma potrà darci una grossa mano per l’esperienza che ha accumulato in questi anni di Serie B e C. In futuro sarà sicuramente molto utile. Varricchio è rimasto con noi per un mesetto ma adesso mancava da una quindicina di giorni. Anche nel suo caso dobbiamo valutare le condizioni, ma come Ivano ci darà una grossa mano nel prosieguo della stagione”.

Avete studiato qualche contromisura particolare per l’Olbia e Ragatzu in particolare? “No, assolutamente. Studiamo gli avversari come sempre, ma non ci stravolgiamo per contrapporci a loro. Ragatzu è un giocatore che sta facendo la differenza ma non andremo a marcarlo a uomo, l’allerta sarà comunque massima. Ma l’Olbia non è solo Ragatzu: hanno ottimi giocatori usciti da un settore giovanile come quello del Cagliari. In più ci aggiungiamo il gioco datogli da Mereu ed ecco che, al di là della giovane età, siamo davanti ad una squadra importante per la categoria”.

Sfida a distanza Giorico-Mereu? “Ho un ottimo rapporto con Bernardo. Ci siamo confrontati spesso, è un tecnico che apprezzo e ammiro. C’è sempre stato un ottimo feeling tra di noi e rimarrà anche dopo la partita di domani, al di là del risultato. Mi fa piacere che stiano ottenendo questi risultati e gli auguro di proseguire su questa scia, ma a partire da lunedì!”. 

Per la gara è atteso un buon numero di tifosi smeraldini, con i biglietti delle tribune centrali coperte che stanno ormai esaurendo: rimangono ormai pochi tagliandi per i posti che sono ancora disponibili nella sede dell’Arzachena.

dal nostro inviato Claudio Inconis



Altre notizie relative

Pagelle: Taufer super, Sanna utile I nostri giudizi dopo la sfida tra Arzachena e Juventus U23
Giorico: “Gara perfetta” Le parole di Giorico e di Zironelli (Juventus U23) dopo la sfida del 'Pirina'
Arzachena, colpo gobbo alla Juventus! (1-0) Segui la diretta testuale di Arzachena-Juventus U23, valida per il campionato di serie C

1
...e tu cosa ne pensi?

300
più nuovi più vecchi più votati
Salvatore Loi

la formazione Arzachena è fatta ….giocani gli stessi da 10 giornate….con il solito, vecchio 4-4-2….palla lunga e pedalare …gioco!!! schemi !!!novità!!! BAHHH …non è roba… ...continua »