Calcio femminile, la Torres stecca contro il Real Meda (1-2)

Il racconto e il tabellino della sfida del “Vanni Sanna”

Il gol di Ladu al 46'

Sassari Torres-Real Meda – Gol del vantaggio della Ladu

La settimana dei successi fuori dal campo (concessione del Comune di Sassari dello stadio cittadino per le gare casalinghe e presentazione ufficiale della nuova stagione al Palazzo della Provincia) termina con una sconfitta amara sul terreno di gioco. Nel giorno del ritorno ufficiale al“Vanni Sanna”, la Sassari Torres stecca contro il Real Meda, capolista del Girone B della Serie B Nazionale. Il vantaggio della Ladu, allo scoccare duplice fischio, si rivelerà vano nella ripresa quando la Coda deciderà di aggiornare il suo score con una doppietta, regalando, di fatto, i tre punti alle lombarde.



CRONACA. Tore Arca, schiera un compatto 4-3-3 con Beth Griffiths tra i pali, Sotgia e Razzoli centrali difensivi con Sanna e Carta sulle fasce. Mannoni, in veste d’incontrista, è il vertice basso del centrocampo  a tre formato da Monti e Cocco. Farris guida l’attacco coadiuvata da Grassino e Ladu, libera di spaziare sul fronte d’attacco. Mister Zaninello risponde con un 3-5-2, nel quale la Simoni, esterno offensivo sulla fascia sinistra, sposta gli equilibri in campo, permettendo alle brianzole il passaggio repentino al 4-3-3 in fase di spinta. L’avvio è di marca lombarda con la guizzante Simoni, pericolosa sulla trequarti campo, braccata a più riprese dalla Sotgia che si rivelerà la migliore in campo tra le fila delle turritane. Il primo sussulto della gara arriva al 6’ dalla bandierina: Moroni scodella dentro l’area di rigore un pallone con i giri giusti per la spizzata della Fusi, ostacolata dalla Mannoni che devia fuori. Al 7’ il palo colpito dalla Dubini con una potente staffilata, risveglia dal torpore la formazione di casa che si riversa in avanti. Al 8′ Sanna e Monti, sciupano a due passi da Ripamonti, una buona occasione scaturita da un piazzato di seconda. La partita prende ritmo: al 10’ la Simoni dialoga con la Campisi incuneandosi dentro l’area, Sanna con esperienza, frappone il fisico, annullando il numero dieci ospite. Al quarto d’ora la Sassari Torres crea una delle migliori occasioni della partita: il traversone della Sanna,  la cui sovrapposizione viene premiata dalla Ladu, manda in tilt la retroguardia brianzola. La respinta della Vergani  imbecca la Monti che spara il pallone in orbita di prima intenzione. Mandare al tiro la Monti è il leitmotiv delle azioni sassaresi: al 29’ è il proprio il numero nove sassarese a concludere, dopo un’azione ricamata con perizia dalla Farris e dalla Ladu. La differenza delle due squadre è a centrocampo: la Fusi sale in cattedra, in cabina di regia, dando ordine alla manovra ospite. Il duo Monti-Mannoni filtra i palloni sporchi ma è inefficace nel tessere trame offensive. La Moroni e la Molteni pungono coi filtranti in verticale per la Coda, la Razzoli sbroglia numerose palle velenose. Al 41’ il match cambia volto: la Ripamonti, costretta a lasciare anzitempo il terreno di gioco col soccorso dell’ambulanza, viene rilevata dalla Pizzi al 45’, entrata in campo senza il riscaldamento di rito. Sarà lei la sfortunata protagonista, in negativo, del vantaggio firmato dalla Ladu – dagli sviluppi di un calcio d’angolo battuto dalla Razzoli – sbagliando la presa centrale, a guantoni freddi.



Nella ripresa è dominio lombardo. Coda al 49′ pareggia i conti, approfittando di un parapiglia in mezzo all’area di rigore tra la Razzoli e la Mannoni, incerte sul da farsi. Le sassaresi accusano il colpo. La Moroni si protrae in avanti, con maggiore frequenza rispetto al primo al primo, la Ladu si defila sulla fascia sinistra per colpire la Roma, fluidificante destro con spiccate doti offensive. Il Real Meda è un diesel e cresce col passare dei minuti: il pressing è asfissiante, la densità nella trequarti non da tregua alle turritane costrette alla rimessa. Al 60′ Coda scheggia la traversa e si ripete due minuti più tardi ma Griffiths alza il muro salvando il risultando con un miracolo. Al 66′ Tore Arca capisce il momento negativo e richiama in panchina la Farris e butta nella mischia la Congiu, cambiando modulo nel più accorto 4-4-2. Al 69′ Coda lavora con il corpo la giovanissima Sanna, si volta ed insacca il pallone alle spalle di Griffiths. Il raddoppio della capocannoniere del Girone G della Serie B Nazionale congelerà il risultato, ghiacciando gli animi spenti delle sassaresi fino al triplice fischio.

COSA VA. Ha funzionato perfettamente la catena di destra. La Sanna ha convinto nella lettura delle diagonali difensive e in fase di spinta. La Ladu, oltre ad aver realizzato il gol del vantaggio, si è sacrificata per tutti i 90′. Convince la prestazione della talentuosa Sotgia, autrice di una prestazione sontuosa.

COSA NON VA. In mezzo al campo mancano una palleggiatrice di fantasia e geometrie e una punta estrosa da affiancare alla Ladu.

dall’inviato Fiorenzo Pala



TABELLINO

SASSARI TORRES-REAL MEDA 1-2

SASSARI TORRES (4-3-3): Griffiths, Sotgia, Razzoli, Mannoni, Carta, Sanna, Farris (66’ Congiu), Monti, Cocco, Ladu, Grassino. A disp.: Porcheddu, Razzu, Senes, Catte, Zucca. All.: Salvatore Arca

REAL MEDA (3-4-3): Ripamonti (45’ Pizzi), Roma, Beretta, Dubini, Vergani, Moroni, Fusi, Molteni (72’ Ragone), Coda, Simoni (65’ Arosio), Campisi (58’ Landa). A disp.: Fadini, Coppola, Zorzetto. All.: Gianni Zaninello

ARBITRO: Valerio Bocchini di Roma

ASSISTENTI: Maria Grazia Poddighe e Marco Faggiani di Sassari

RETI: 46’ Ladu (ST), 49’ e 69’ Cola (RM)

AMMONITI: Vergani (RM), Mannoni (ST), Molteni (RM)



Commenti Facebook


Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Follow
Google+
YouTube
Instagram

Lascia un commento