Un tiro di Curcio (foto: Sandro Giordano)

Un tiro di Curcio (foto: Sandro Giordano)

Cronaca e tabellino di Arzachena-Arezzo 2-1

Le pagelle

Al termine del match fra Arzachena e Arezzo, gara vinta per 2-1 dagli smeraldini, arrivano le interviste ai protagonisti del match. Il primo è Alessio Curcio, match-winner dell’incontro odierno che dal dischetto ha realizzato la rete decisiva. Queste le sue parole: “Finalmente siamo riusciti a riprendere quel tipo di approccio e mentalità che avevamo all’inizio. Siamo riusciti a capire con i fatti che i punti che avevamo fatto fin qui erano dovuti alla voglia continua di dimostrare di poter stare in questo campionato. E’ questo il motivo per cui abbiamo centrato la vittoria, con situazioni che ci sono girate a favore e un arbitraggio perfetto. Ma se non si approccia con la mentalità giusta, gli episodi vengono a sfavore. Bisogna essere bravi a farli girare verso la propria direzione“. Sul mercato che inizierà tra qualche giorno: “Adesso dobbiamo concentrarci per finire bene prima della sosta, con la partita di Viterbo. C’è la classifica e il Natale ma non distraiamoci. Dobbiamo essere determinati per finire bene prima della pausa. Se ci rinforzeremo lo vedremo, intanto concentriamoci. Dovremo infondere la stessa voglia messa oggi“. Su quanti punti abbia lasciato per strada l’Arzachena: “Non lo so, ma penso che tutto arriva se te lo meriti. Evidentemente i punti persi non li meritavamo. Oggi ci è girata bene grazie anche alla determinazione. Non sto a raccontare quello che ci manca. Sono concentrato sul presente e questo dice che abbiamo 24 punti“.

Clicca qui per tutte le notizie, interviste, curiosità, report e tabellini dell’Arzachena!



Ivano Baldanzeddu (foto: Sandro Giordano)

Ivano Baldanzeddu (foto: Sandro Giordano)

Così invece Ivano Baldanzeddu, difensore isolano che oggi ha giocato nella batteria dei difensori centrali. Queste le sue dichiarazioni: “Oggi era importante vincere. Venivamo da una serie di partite negative. Ci siamo chiusi nello spogliatoio e parlato, abbiamo fatto una settimana a mille senza mollare nulla. E’ una vittoria dell’umiltà, siamo operai prima di tutto. I giocatori con qualità li abbiamo e prima o poi vengono fuori ed è anche grazie a loro se siamo arrivati alla vittoria. Loro davanti erano molto esperti e avevano tanta qualità ma siamo stati bravi a vincerla rimontandola, nonostante lo svantaggio“. Sul bilancio per una sua possibile permanenza: “Sono contentissimo. Sono venuto con tanto entusiasmo e sono stato accolto meglio di quanto pensassi. Per adesso sto bene con l’Arzachena, per il futuro si vedrà con la società. Ma questa è la mia terra e ci terrei a rimanere per altri anni“. Sulla Serie C:Il campionato è molto difficile, dobbiamo essere sempre sul pezzo e mai calare di concentrazione. Questa settimana abbiamo tenuto alta anche l’intensità“.



Dove può arrivare l’Arzachena? Il difensore sardo non ha dubbi: “In primis dobbiamo salvarci, poi vedremo per qualcosa di più. Nel girone di ritorno dobbiamo fare più punti possibili“. Sulla sua partita da centrale difensivo: “Mi sono trovato molto bene, abbiamo parlato e ci siamo aiutati. Oggi eravamo tutti sul pezzo, uniti. Abbiamo corso e picchiato e siamo stati più bravi degli altri, è stata una grande vittoria!“. Sul gol subito: “C’è stato qualche errore però credo ci fosse anche un fallo, perché ci son state delle spinte. Al di là di ciò, ricordiamo che ci sono anche gli avversari in campo, e sono bravi. L’importante è farci trovare pronti e non demoralizzarci, tirando su la testa e pedalando nei momenti difficili. E’ questo che dà morale“.

dall’inviato Claudio Inconis



Altre notizie relative

Giorico: “Errori inaccettabili” Il tecnico smeraldino dopo il KO di Pisa
Arzachena inesistente, tutto facile per il Pisa Il racconto in tempo reale e il tabellino di Pisa-Arzachena
Giorico: “Siamo in emergenza” Il tecnico degli smeraldini prima della gara di Pisa | I CONVOCATI

...e tu cosa ne pensi?

300