.

.

La Golem Olbia tira fuori dal cilindro una straordinaria prestazione, e al PalAltoGusto conquista punti preziosissimi in chiave salvezza piegando nientemeno che la capolista San Giovanni Marignano. Le olbiesi si impongono al tie break grazie alla brillante prestazione di un collettivo trascinato dai 26 punti messi a terra da Soos. La vittoria ottenuta consente alla squadra di Giangrossi di allungare sulla zona retrocessione (+7 sulla Sigel Marsala sconfitta a Ravenna) e di guardare ai prossimi impegni con maggior serenità.




LA GARA – La Golem parte con il piede ben premuto sull’acceleratore e sorprende la Battistelli portandosi subito sul 6-1 con il muro vincente di Barazza. Le ospiti faticano a entrare in partita, allora le olbiesi, trascinate da Soos, ne approfittano per allungare progressivamente il margine di vantaggio fino a toccare il +10 (19-9). La squadra di Saja trae beneficio dall’ingresso in campo di Markovic e riesce ad accorciare fino al 23-20, ma ormai è troppo tardi: il muro di Soos regala all’Hermaea il successo nel primo set sul 25-23.

Al rientro in campo è ancora la Golem a farsi preferire (10-6 con Uchiseto e Soos sugli scudi), ma stavolta San Giovanni Marignano trova le forze per riagguantare le rivali e sorpassarle con Zanette (15-16). La Battistelli sembra produrre la fuga decisiva sul 17-21 (punto messo a terra da Markovic), ma l’Hermaea, dopo il timeout chiesto da Giangrossi, rimette le cose in discussione (20-21) prima di arrendersi definitivamente sotto i colpi di Saguatti (23-25).

Le padrone di casa approcciano meglio anche il terzo set (10-5 sull’attacco di Bartolini), ma la Battistelli reagisce prontamente portandosi sul -2 e costringendo il coach della Golem a un nuovo timeout. Caneva e compagne sorpassano con Saguatti (18-19), ma è solo un’illusione: un ace di Murru regala il controsorpasso sul 20-19, poi Barazza e Soos completano l’opera riportando Olbia avanti nel conto set (25-21).

La Battistelli non ci sta e parte bene nella quarta frazione (2-6 sull’attacco out di Barazza). Alla lunga l’Hermaea riesce a tornare a contatto prima sul 13-15 e poi nel finale, annullando la prima palla set della Battistelli (21-24). La diagonale di Saguatti però porta la gara al tie break.

La Golem non vuole lasciarsi sfuggire di mano l’impresa e inizia con piglio autoritario anche nel quinto set (galluresi avanti sull’8-4 al cambio campo). Saja prova in tutti i modi a rimettere in carreggiata la sua squadra, che però commette tanti errori in attacco. L’Hermaea ringrazia e chiude la contesa sul 15-8, mandando in visibilio il proprio pubblico per un successo tanto bello quanto inaspettato.

GOLEM OLBIA-BATTISTELLI S.G. MARIGNANO 3-2 (25-21 23-25 25-21 21-25 15-8)

GOLEM OLBIA: Bartolini 12, Spinello 5, Soos 26, Barazza 11, Iannone 9, Uchiseto 15, Barbagallo (L), Murru 3, Caboni, Cecconello. Non entrate: Simoncini. All. Giangrossi.

BATTISTELLI S. G. MARIGNANO: Saguatti 17, Caneva 9, Zanette 15, Bordignon, Casillo 10, Battistoni, Gibertini (L), Markovic 18, Nasari, Giordano. Non entrate: Sgarbossa, Gray. All. Saja.

ARBITRI: Bassan, Santoro.

NOTE. Durata set: 26′, 28′, 26′, 25′, 14′; Tot: 119′.

Ufficio Stampa




Altre notizie relative

Hermaea Olbia, due nuovi volti nello staff Coach Anile potrà avvalersi della collaborazione di Matteo Meloni e Daniele Colombino. Marco Spano sarà ancora il preparatore atletico
Hermaea Olbia, Anile: “Il quinto posto è possibile” A quattro giorni dall’inizio della preparazione il tecnico romano traccia un bilancio del mercato e analizza il prossimo torneo di A2
Colpo Hermaea, arriva la russa Nikolaeva Arriva in Gallura la forte schiacciatrice già protagonista in Champions League con Dinamo Kazan e Dinamo Krasnodar

...e tu cosa ne pensi?

300