Emmanuel Odianose ai tempi della Roma

Emmanuel Odianose ai tempi della Roma

Emmanuel Odianose è uno dei gioiellini della Serie D, in quel girone G dove il Budoni ha cambiato passo a suon di calcio pragmatico e frizzante, ma soprattutto punti che l’hanno portato ad essere la migliore squadra sarde del lotto. Merito di Raffaele Cerbone, tecnico che a certe latitudini e categorie non stupisce più, ma anche del nigeriano classe ’98 (nato l’1 luglio) arrivato in estate.

All’attivo ha 4 reti, l’ultima delle quali domenica nel vittorioso derby con il Sassari Latte Dolce, e tante ottime giocate in uno scacchiere dove i piccoletti a rimorchio di Sartor Camina si esaltano concretizzando il gioco manovrato di Farris e compagni. “Sta facendo bene – dice il suo agente, Paolo Soprani – Ma tanti meriti, oltre alla volontà del ragazzo, vanno a Cerbone e le sue idee, i risultati sono sotto gli occhi di tutti”. E pensare che Odianose poteva essere della Nuorese, che dopo qualche allenamento lo liberò. “Avevano delle situazioni in ballo – continua Soprani -, tra altri innesti e infortuni di alcuni elementi in rosa, così si è profilata quest’opportunità del Budoni e siamo molto contenti”. Deus ex machina del tutto anche quel Salvatore Casapulla che nei mesi scorsi ha affiancato la Nuorese ma conserva un ottimo rapporto con Cerbone, al quale ha consigliato Odianose.




E adesso, qual è il futuro del calciatore nigeriano (ma italianissimo per vissuto, calcistico e non)? “Secondo me è giusto che finisca il suo percorso a Budoni – spiega l’agente, a poche ore dalla fine del calciomercato – Ci sono un paio di società di Lega Pro che ci pensano, ma un po’ di mesi con Cerbone in questa situazione dove c’è grande serietà e organizzazione penso che possa fargli solo del bene”. Venuto fuori in quel di Senigallia (vicino Ancona) con la Virtus, Odianose è stato a lungo tra i giovani più prolifici e attenzionati del calcio marchigiano, giocando anche un Torneo delle Regioni proprio in Sardegna. L’isola nel destino, dunque, per lui che andò prima alla Roma (vincendo Scudetto e Supercoppa Allievi), poi all’Ancona (Berretti) e quindi al Fano, cercando ora di spiccare il volo dall’isola.

Fabio Frongia

...e tu cosa ne pensi?

Registrati e accedi per inviare un commento
  Avvisami via email  
quando ci sono:
error: Funzionalità disabilitata