Lo sfortunato Giovanni Cuccu

Lo sfortunato Giovanni Cuccu

Nelle parole del presidente Luciano Saiu, creatore e anima del Muravera TT, si manifesta l’immensa gioia riscontrata durante tutta la giornata sportiva, vissuta intensamente nel ricordo di uno dei suoi più cari pupilli, Giovanni Cuccu, giocatore prematuramente scomparso che nonostante la sua breve carriera pongistica, si è fatto conoscere e stimare in tutto lo stivale, aldilà delle sue eccellenze tecniche.



“Sono felice sia per la sentita commemorazione del nostro ragazzo – dice Luciano Saiu – sia perché ho avuto tanti riscontri positivi, a partire dallo staff organizzativo della società, composto prevalentemente dalle mamme dei nostri atleti, che ha lavorato tanto perché tutto funzionasse nel migliore dei modi”. Davanti ad uno sforzo fuori dall’ordinario non sono mancati i complimenti. “Ne ho ricevuto tanti – puntualizza il presidente – e ringrazio tutti i pongisti che non sono voluti mancare, sebbene alcuni versassero in condizioni fisiche molto precarie e altri che solitamente non si fanno attrarre dai tornei individuali”.

In tribuna erano presenti anche Sergio e Ornella, i genitori di Giovanni: “Sono stati con noi per tutta la durata della manifestazione, in compagnia di parenti e amici che non hanno mai fatto mancare il loro affetto”.

Non solo quindi un memorial molto partecipato, ma in senso stretto, si sono visti quattro tornei di Terza e Quarta categoria (maschili e femminili), molto godibili.

“Sicuramente mi hanno colpito le più piccole – aggiunge Saiu –  tra cui le nostre tesserate Franceschina Seu e Alessandra Stori (salita sul podio) che non hanno più timori reverenziali nei confronti delle avversarie più esperte. Bene hanno fatto le ragazze della Muraverese. Sul fronte maschile mi ha stupito Stefano Curcio che pur stando male fisicamente è riuscito ad approdare in finale”. Infine i ringraziamenti di rito: “Alla ditta Macis per le premiazioni; Wine Bar e Bar Paderi per il sostegno economico”.

A salire sul gradino più alto del podio sono stati Massimo Ferrero (Marcozzi Cagliari) e Briam Mele (Guilcer Ghilarza). Negli analoghi al femminile si sono registrate le vittorie di Alice Mattana (Muraverese) e Rossana Ferciug (Quattro Mori Cagliari).

TERZA CATEGORIA MASCHILE: TUTTO SI RISOLVE IN CASA MARCOZZI

In quella che era la competizione più attesa in quanto comprendente 23 individualità tra le migliori dell’isola, i pronostici iniziali sono stati rispettati perché le prime due teste di serie si sono ritrovate a duellare per il primo posto. Tra i due amicissimi e compagni di squadra Massimo Ferrero e Stefano Curcio, a prevalere è il primo che prevale in quattro set su un avversario provato per gli eccessivi sforzi accumulati nei precedenti incontri e per di più in precarie condizioni di salute. Ma anche il vincitore non era sicuramente in perfetta forma: “È stato un torneo strano – conferma Massimo Ferrero – perché sebbene fossimo i due favoriti, non stavamo per niente bene fisicamente. Dopo aver vinto con Francesco Broccia (Marcozzi), Andrea Zuccato (TT Monserrato), Giancarlo Carta (TT Santa Tecla Nulvi), Marcello Porcu (Muraverese) e Stefano Macis (Muravera TT), superato dopo cinque set, sono arrivato alla finale che purtroppo non è stata una bella partita come l’occasione avrebbe meritato. Stefano non si reggeva in piedi per un dolore all’addome ma provava a lottare e io non riuscivo a giocare con la cattiveria che avevo esibito nei turni precedenti. Abbiamo comunque fatto qualche bel punto e spero che gli spettatori e la famiglia di Giovanni abbiano apprezzato l’impegno che tutti abbiamo messo nel giocare questo torneo. Sono molto contento di averlo vinto e ora inizia la preparazione per i campionati italiani dove lotteremo al titolo di doppio di terza categoria”. Il percorso di Stefano Curcio nel tabellone è stato ugualmente molto impegnativo: ha dovuto rimontare il temporaneo svantaggio per 1-2 nei confronti di Riccardo Lisci (Muraverese), e seppur in tre set ha faticato non molto per superare anche l’altro guspinese tesserato nel club sarrabese presieduto da Gianluca Mattana, Francesco Lai.

Tra i primi otto anche Edoardo Loi (Marcozzi) ed Erich Schuster (Santa Tecla Nulvi).

TERZA CATEGORIA FEMMINILE: ANCHE UNA COMPAESANA DI GIOVANNI SUL PODIO PIÙ ALTO

Nove partecipanti ma buone. Molto significativo il successo di Alice Mattana che seppur atleta della Muraverese, sentiva in modo particolare l’essenza di questa giornata. Ed è proprio la vincitrice a raccontare un podio che non dimenticherà facilmente. “L’ho vissuto come un torneo particolare – esordisce Alice Mattana – diverso da tutti gli altri, intitolato alla memoria di Giovanni Cuccu, mio compaesano. Non lo conoscevo tanto bene ma abbiamo fatto parte della rappresentativa sarda ai Giochi delle Isole 2011. Lo ricordo come giocatore molto forte tecnicamente e sempre sorridente, capivi all’istante di avere a che fare con un bravo ragazzo. L’atmosfera in palestra era diversa, circolava molta gente e l’emozione saliva a dismisura. Considerati i pessimi risultati ottenuti nei recenti tornei, senza aver mai brillato, non nutrivo grandi aspettative. Ero molto dubbiosa sul mio passaggio del girone in cui ho visto una Sara Congiu (Muravera TT), molto nervosa e non pienamente in forma visto il suo piccolo infortunio al dito della mano con cui impugna la racchetta. Sara sicuramente ha anche sentito eccessivamente il peso emotivo di un torneo che la sua scuderia ha preparato nei minimi dettagli. Tutti questi fattori hanno sicuramente inciso nella sua sconfitta contro Anna Podda (TT La Saetta). E pure io sono riuscita a batterla 3-0, giocando bene: fattore determinante per la mia fiducia è stato superare il primo set. Poi affronto e batto Anna Podda che di recente mi aveva superata in due circostanze: non è facile giocare con lei, mi mette sempre in difficoltà soprattutto nell’ultimo periodo in cui sta mostrando un ottimo tennistavolo. Nei quarti incontro Serena Anedda (Muravera TT) che esibisce un gioco anomalo, inesistente in Sardegna. Ho imposto la mia condotta mantenendo alta la concentrazione e attaccando su ogni palla, senza lasciarmi impressionare dai suoi puntini. Ne vengo a capo in tre set, un risultato apparentemente facile ma non è stato proprio così. In semifinale incontro un’allenata Rossana Ferciug (Quattro Mori Cagliari) in crescita e in netto miglioramento. Ma mi sentivo molto concentrata e fiduciosa del mio stato di forma; ho coperto bene il campo lasciando partire il braccio senza paura: ho vinto 3-0. Trovare la mia compagna storica Aurora Piras in finale è stata per me una grande felicità. Lei in semifinale ha vinto in rimonta su Michela Mura (TT La Saetta Quartu). Per il resto c’è poco da dire, ci conosciamo troppo bene, pregi e difetti. Le statistiche dicono che non vinco spesso con lei, e infatti anche l’ultima volta ha prevalso. Ma domenica è andata diversamente: per mie solite distrazioni ho perso la seconda frazione, ma ho chiuso la partita 3-1. È stata una giornata particolare, raramente mi faccio i complimenti, ma questa volta sono davvero contenta per come ho giocato e penso di essermi meritata la vittoria di questo torneo, augurandomi di continuare così”.

QUARTA MASCHILE: ANCHE IL GUILCER PRESENTE CON SIGILLO

Trentasei iscritti per 14 società, suddivisi in nove gironi. Le teste di serie n. 3 (Briam Mele del Guilcer Ghilarza) e n. 4 (Andrea Piras della Muraverese), arrivano al match conclusivo superando in semifinale i due favoriti del Santa Tecla Nulvi (rispettivamente Giancarlo Carta ed Erich Schuster). La finale, regalando tante emozioni, si chiude al quinto set in favore dell’atleta originario di Norbello che si trovava sotto per 0-2.

Il percorso nel tabellone dell’atleta guilcerino era cominciato con un netto successo su Maurizio Ledda (Libertas Sassari). Nei quarti ha poi avuto ragione di Alberto Manos (La Saetta Quartu). Tra i migliori del tabellone compaiono pure Massimiliano Broccia (TT Guspini), Alberto Mattana (Muraverese) e Simone Boi (Muravera TT).

Briam Mele (Guilcer Ghilarza): “Nonostante la mia prolungata assenza dai tornei, causa l’ingovernabile pallina prodotta dall’ex sponsor della Federazione, ho accettato volentieri l’invito di Luciano Saiu e del TT Muravera. E vista l’occasione ed il ricordo ancora vivo e presente di Giovanni, non potevo mancare all’appuntamento. È stata una giornata piuttosto dura, sia dal punto di vista agonistico e sportivo, sia da quello umano, ma sono felicissimo di aver vissuto questa domenica. Sono convinto che questa sia (e sarà) la mia vittoria più bella e quella che mi rimarrà nel cuore e nei ricordi per sempre. Voglio ringraziare Alessandro Faedda per aver insistito nel trascinarmi in questa avventura, anche quando l’influenza si stava mettendo di traverso, per l’incitamento ed i consigli in panchina, Tore Coghe, Eric Schuster (ancora vivo di rendita grazie alle sue lezioni di sei anni fa), Stefano Conconi e Francesco Ara del TT Nulvi, Gianni Boi, Marina e Lorenzo Sarigu per il supporto. Ancora un ringraziamento ed un abbraccio a Luciano, ai genitori di Giovanni ed a tutto il TT Muravera”.

Andrea Piras (Muraverese): “Non partecipo abitualmente ai vari tornei, ho deciso di prendere parte a questo solo per onorare la memoria di Giovanni, amico di tutti precocemente scomparso. Passo il girone senza troppe difficoltà vincendo tutte e tre le partite 3-0. Subito dopo vinco 3-0 contro Giuseppe Rossi (Marcozzi). Purtroppo mi è toccato giocare contro il mio compagno di squadra, Alberto Mattana, e riesco a vincere 3-2 al termine di una partita combattutissima. Successivamente affronto Erich Schuster, nonostante fossi sotto 2-1, riesco a ribaltare la partita e vincere all’ultimo set. La finale contro Briam Mele parte nel verso giusto, ma Briam non molla e mi batte al 5 set. Tutto sommato è stato un torneo molto positivo, anche se mi sono fatto sfuggire la vittoria proprio alla fine”.



QUARTA FEMMINILE: IL LAVORO ALLA LUNGA PREMIA

Sfida ad otto giocatrici, suddivise in due gironi. Le più brave non faticano a mettersi in luce e alla resa finale è la più giovane del plotoncino a fare la voce grossa. Rossana Ferciug (Quattro Mori Cagliari) prima estromette la padrona di casa Alessandra Stori (Muravera TT) pur faticando nei primi due set. In seguito prevale anche su Anna Podda (La Saetta) per 3-1.

“Avevo tanta voglia di vincere – evidenzia Rossana Ferciug – mi sono sempre impegnata, anche nei momenti più difficili e sono riuscita a dare il meglio credendoci sempre. Questi risultati arrivano grazie al mio impegno sempre costante negli allenamenti e soprattutto grazie al mio coach Stefano Curcio che mi segue nei modi migliori”.

TENNISTAVOLO NORBELLO COMUNI DEL GUILCER POSITIVO NELLE COPPE: TERZO IN COPPA ITALIA FEMMINILE E PASSAGGIO DI TURNO NELLA EUROPEA TT INTERCUP MASCHILE

Nella rinnovata edizione della Coppa Italia il Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer era presente con la formazione femminile composta da Aleksandra Privalova, Diana Styhar e Anna Fornasari. Con loro anche il presidente Simone Carrucciu e il tecnico Eliseo Litterio. In tutto sono state quattro le gare disputate, con due successi (su Regaldi Novara e TT Savona) utili per l’accesso alla semifinale persa (ma conseguente terzo posto) con la favorita Castel Goffredo che è poi salita sul gradino più alto del podio. L’altra sconfitta è stata patita nei confronti del Cortemaggiore che non è apparso irresistibile.

A Vienna gli uomini in tenuta giallo blu (Maxim Kuznetsov, Romualdo Manna e Iurii Teteira) hanno superato il secondo turno della TT Intercup battendo senza patemi la formazione amatoriale del’ASKÖ TTC Komperdell Wien con un nitido 4-0. Entro marzo dovranno disputare il terzo turno.

A2 MASCHILE: ALLA MARCOZZI L’ANTICIPO DELLA SECONDA GIORNATA

La formazione allenata da Sandro Poma passa sul campo dell’Apuania Carrara che si è trovata anche in vantaggio per 2-0. Ma il trio ospite composto da Johnny Oyebode (impegnato in Repubblica Ceca a metà febbraio con la maglia azzurra), Stefano Tomasi e Makanjuola Kazeem non si disunisce e costruisce la rimonta sulla terza forza del campionato. Ora la Marcozzi si trova al comando in compagnia del TT Genova che ha una partita in meno.

GLI APPUNTAMENTI DI SABATO E DOMENICA: TORNANO I CAMPIONATI

Si riprende con i gironi di ritorno in gran parte dei campionati nazionali e regionali.

In serie A1 maschile la Marcozzi Cagliari può continuare la striscia positiva ospitando (Palatennistavolo, 3 febbraio h. 19) il Lomellino, terza forza del campionato. Ancor più da ultima spiaggia la sfida del fanalino di coda Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer che lo stesso giorno fa gli onori di casa al Top Spin Messina, tre lunghezze in avanti. La gara che si svolge nella palestra di via Azuni (h. 18) sarà contemporanea a quella femminile in cui le giallo blu guilcerine si giocano un posto nei play off contro la polisportiva Bagnolese (dell’ex Alessia Turrini), che ha gli stessi suoi punti.

Infine match casalingo anche per il Quattro Mori Cagliari che domenica alle 10 (Via Crespellani) incrocia la vice capolista Cortemaggiore.

Marcozzi in formato casalingo in A2 maschile: sabato il team allenato da Poma affronta il Falcon Palermo (Palatennistavolo h. 15:30).

In B1 maschile sempre la Marcozzi Cagliari (Palatennistavolo, h. 15:30), accoglie una delle tre squadre al comando del girone C, il Montemarciano. Mentre il Muravera TT, un’ora più tardi, riceve in viale Rinascita un’altra reginetta: il Cral Roma.

La B2 maschile riserva un testa coda con la capolista Muraverese che sabato sarà impegnata in casa del Castello Di Cesare Roma.

Alle 14:00 dello stesso giorno gioca fra le mura amiche la Libertas Sassari che nella palestra scolastica di corso Cossiga riceve la vice capolista Pozzuoli.

Si scende ancora con la C1 maschile che nella sua settima giornata riserva un derby sardo con la capolista Il Cancello Alghero che domenica alle 10 (palestra scuola via Grandi) affronta il Santa Tecla Nulvi. La Muraverese sarà invece di scena a Roma sul campo del Castello Comitec. Infine gara esterna per il Tennistavolo Norbello che nella capitale sarà opposto all’Isola Fleming.

I campionati isolani (C2) ricominciano anch’essi dalla prima di ritorno. In C2 la leader Fermi Iglesias andrà a Ghilarza (domenica h.10:00). L’inseguitrice TT Guspini sarà ospite dell’Azzurra Cagliari (via Carpaccio h. 17:00). Chiudono il cerchio Tennistavolo Norbello – La Saetta (sabato, via Azuni, h. 16:00) e TT Monserrato – Libertas Sassari (domenica h. 10:00).

Nel girone sud della D1 non sarà assolutamente agevole l’impegno della capolista Monserrato Rossa che dovrà respingere le insidie dei “fratelli” militanti nel Monserrato Verde (domenica, h.10:00). Più agevole l’impegno del TT Decimomannu (seconda forza del campionato) che giocherà in casa del TT Quartu (sabato h. 16:30).

Nel girone nord big match ad Alghero con la capolista Alghero Rossa che accoglie il Santa Tecla Nulvi, in ritardo di un punto (sabato h. 17:00).

Si gioca anche nei gironi A, C, D della D2 e domenica in C femminile con il concentramento di Paulilatino.



...e tu cosa ne pensi?

Registrati e accedi per inviare un commento
  Avvisami via email  
quando ci sono:
error: Funzionalità disabilitata