Giuseppe Nuvoli in azione (foto: Sandro Giordano)

Giuseppe Nuvoli in azione (foto: Sandro Giordano)

Ruzittu 6 – subisce quattro gol senza colpe e in avvio ne evita almeno altri due. Dà sicurezza al reparto sulla gestione delle sfere che arrivano. Lui c’è sempre, ma i miracoli divini ancora non rientrano nel repertorio.

Varricchio 6 – nella prima frazione tiene botta e probabilmente è il migliore del pacchetto arretrato. Sostituito per il più offensivo Trillo’. (65′ Trillo’ 6 – spinge bene sulla sinistra, creando diversi spunti interessanti).

Piroli 5.5 – meno preciso di altre volte, specialmente palla al piede.

Sbardella 5.5 – primo tempo con qualche sbavatura, ma disinnesca diverse situazioni pericolose con interventi provvidenziali.

CLICCA QUI – Cronache, tabellini, interviste sull’Arzachena!

Arboleda 5.5 – spinge poco, ma in compenso migliora costantemente nella fase difensiva, riuscendo a ribattere colpo su colpo anche quando sembra in difficoltà.



Casini 5 – giornata “svagata”, appoggi meno precisi del solito, addirittura una palla persa in dribbling nella propria area di rigore. (65′ Bertoldi 6 – frizzante e propositivo, prova ad ispirare nel momento in cui i biancoverdi sembrano poter sferrare il colpo del ko).

Nuvoli 7 – uomo manifesto: sbuffa, insegue, recupera, si inserisce, tenta la botta da fuori e suggerisce per le punte. Ripetere per 95 minuti. Chiedere di più sarebbe umanamente impossibile.

Lisai 6 – impreciso e, a tratti, incostante, tenta di sopperire con la grinta ma rischia di peggiorare la situazione con contrasti pericolosi. Si riscatta incaricandosi della battuta del calcio di rigore che riapre la partita. (65′ La Rosa 6 – sostanza in mediana e la grande occasione su calcio di punizione fuori d’un soffio. Sempre utile)

Curcio 7 –  in certi frangenti puoi non notarlo, ma lui c’è sempre: tocca tantissimi palloni in giro per il campo, a beneficio dei compagni, due li deposita in fondo al sacco. In occasione del primo gol effettua un controllo con finta che ubriaca talmente tanto Birindelli da mandarlo a terra col mal di testa. Artista vero.

Sanna 6.5 – seguito ovunque da Sabotic, sgomita per ritagliarsi lo spazio al tiro e tiene sempre in apprensione la retroguardia pisana. Di partita in partita è sempre più notevole il lavoro di ripiegamento al servizio della squadra. (80′ Cardore sv – entra per alimentare il centrocampo e consolidare la situazione)



Vano 6.5 – quando si è presentato in area dopo una classica “azione à la Vano” si pregustava già il boato per il 4-3. Invece non riesce a impattare bene e Voltolini si salva. È il momento cruciale del match e questa volta il Giaguaro non riesce a lasciare il suo graffio ribaltando il risultato, ma per la prestazione che sfodera è comunque impossibile non applaudirlo. (85′ Musto sv – Stavolta non arriva il guizzo)

Giorico  5.5 – la squadra esce tra gli applausi nonostante la doccia gelida del 3-4 al 93′. Primo tempo da rivedere in alcuni frangenti, ma non da buttare, ripresa di dominio al cospetto di una delle big del torneo. Rimane una costante pecca la tendenza a dormire sui calci piazzati, evidentemente il lavoro settimanale non è sufficiente. Dovrà incanalare la rabbia e la delusione del gruppo per la sfida col Gavorrano, ma la condizione della squadra lascia ottime sensazioni.

Claudio Inconis

Altre notizie relative

Trillò: “Gara decisa dagli episodi” Le parole del terzino dell'Arzachena dopo la sconfitta con la Pro Patria
Arzachena ancora a secco lontano dal Pirina La cronaca e il tabellino della gara valida per l'11a giornata
Pagelle: il gol subito è da horror I nostri giudizi sull'Arzachena battuta 1-0 dalla Virtus Entella

...e tu cosa ne pensi?

300