Filippo Piaz della Leonardo

Filippo Piaz della Leonardo

Per nulla fiaccata nel morale da una striscia negativa ormai lunga otto turni, la Leonardo Cagliari continua a lottare aggrappata alla speranza di potersi giocare la salvezza ai playout. Nonostante i risultati negativi, la formazione arancionera è in crescita dal punto di vista delle prestazioni, e anche la trasferta di Arzignano, pur culminata con una sconfitta, lo ha dimostrato: “Peccato per il risultato – commenta Filippo Piaz – perché al di là della battuta d’arresto è stata una delle nostre migliori prestazioni lontano dal PalaDante. Giocavamo contro una squadra che davanti al proprio pubblico ha perso pochissimi punti. Purtroppo non siamo riusciti a capitalizzare alcune occasioni avute sul due a zero, e nel finale i nostri avversari sono stati bravi a chiuderla”.



Sabato scorso la Nuova Comauto Prato ha portato a 7 i punti di vantaggio sui cagliaritani grazie al pareggio (in verità ancora da omologare) colto sul campo del Civitella Sicurezza Pro, prossimo ostacolo sul cammino di Perdighe e soci: “L’avversario è di quelli tosti, e non a caso si trova in una posizione di vertice – aggiunge Piaz – ma vista la condizione di classifica abbiamo il dovere di provarci contro chiunque”. E proprio il Prato insegna che si possono “rubare” punti anche a formazioni più quotate: “Quella contro il Civitella sarà una delle partite più difficili in assoluto – spiega il numero 5 arancionero – stiamo parlando di una squadra molto ben organizzata. Come sempre daremo il massimo per riuscire a portare a dei punti che per noi sono sempre più preziosi”.

Gli avversari da tenere maggiormente in considerazione? Piaz non ha alcun dubbio: “Sicuramente Jelavic e Borsato. Due giocatori che non hanno bisogno di presentazioni e che hanno qualcosa in più rispetto agli altri anche in termini di esperienza”.

In settimana la squadra ha lavorato duramente agli ordini del tecnico Luca Catta e di tutto lo staff per mettere a punto le strategie con cui imbrigliare gli abruzzesi. Missione non semplice data la caratura della squadra guidata in panchina da Palusci, determinata a riscattare il mezzo passo falso interno contro il Prato: “L’impostazione della gara dipenderà anche dall’atteggiamento dei nostri avversari – dice ancora Piaz – cercheremo di risparmiare qualche energia per il finale, perché è lì che si decidono le partite. Ultimamente diamo tutto a inizio partita arrivando un po’ stanchi negli ultimi minuti, e spesso gli avversari non perdonano”. In ogni caso la Leonardo è carica e sogna il colpaccio: “I risultati negativi non fanno piacere, ma la nostra fiducia non è mai venuta meno. Crediamo fermamente nella possibilità di salvarci”. Squadre in campo sabato 24 febbraio alle 15.30 al PalaDante di Sestu (CA). Gli arbitri designati sono Luca Rosciarelli di Orvieto e Alessandra Carradori di Roma 1



Altre notizie relative

Capolavoro Leonardo, Sestu OK Sconfitta per l'Ossi con Mantova
Il Città di Sestu fa visita al Carrè I rossoblu cercano la prima vittoria esterna sul campo del Carrè Chiuppano
Il Città di Sestu risorge con la capolista Sconfitte per Leonardo Cagliari e Ossi

...e tu cosa ne pensi?

300