.

.

Dopo una vera e propria battaglia, il Città di Sestu espugna il campo del Futsal Ossi per 6-4 e si issa in vetta alla classifica in attesa del risultato sub judice riguardante la sfida tra Civitella e Prato.



Una sfida, quella giocata alla Tensostruttura di Ossi, in cui è successo di tutto: i ragazzi di Mario Mura al primo tempo vanno negli spogliatoi sul doppio vantaggio, poi la squadra di Loriga riesce, nella ripresa, a capovolgere la situazione in 5 minuti prima di soffrire le espulsioni arrivate lungo la contesa e subire l’allungo decisivo dei sestesi.

Entrambe le compagini devono fare i conti con le defezione: i gialloblù locali recuperano Foppa ma hanno ancora Dalcin non arruolabile e partono con Argilli, Silon, Roberto Fiori, Ribeiro e Vagner Toigo, nel fronte opposto out Rufine per squalifica e gli ospiti schierano Zanatta, Asquer, Mura, Escobar e Bonfin nel quintetto iniziale.

Le prime occasioni del derby sono di stampo sestese con le conclusioni di Bonfin e Zanatta che vengono neutralizzate da Argilli in angolo, gli ossesi rispondono colpo su colpo con le botte di Toigo e Fiori che non trovano fortuna.
Il match è acceso sin dalle prime battute come dimostrano i cartellini gialli comminati ai danni di Ribeiro e Escobar, ma ciò non inficia sullo spettacolo dato anche dalle dimensioni ridotti del campo di gioco.
Dal 7′ al 9′ minuto i padroni di casa attraversano un buon momento comandando nel gioco e creando pericoli alla porta di Zanatta con i tiri di Toigo, Bidinotti e Foppa ma, al minuto 9’49” è il Città di Sestu a portarsi avanti: l’estremo difensore ospite calcia verso lo specchio, capitan Wilson di testa corregge in rete la botta del numero 19 e la squadra di Mario Mura si trova in vantaggio.
La reazione del Futsal Ossi è affidata alle sortite offensive di Silon e Toigo che trovano ancora Zanatta in versione superman, il quinto fallo commesso dai campidanesi al 10’17” suona come un campanello d’allarme.
Ma mentre i locali provano senza centrare il bersaglio grosso, i sestesi trovano il raddoppio: Giulio Mura scarica al centro dell’area ed Escobar, senza scrupoli, punisce per il 2-0 rossoblù quando sul cronometro sono trascorsi 12 minuti.
Mister Loriga chiama il time-out per i gialloblù in modo da scuotere la sua compagine e sembra riuscirci con Silon che impegna Zanatta per ben due volte, Wilson invece spaventa giocatori e pubblico di Ossi cogliendo un palo clamoroso.
Il Città di Sestu, nonostante il doppio vantaggio, continua a cercare la via della rete con Asquer e Mura ma Argilli si oppone alle velleità ospiti, Bidinotti e Foppa rispondono senza trovare la via della rete, Silon incontra ancora una volta il portiere ex Cagliari Futsal sulla sua strada.
Nel finale di gara sono i rossoblù ad andare vicino al gol: prima Ruggiu colpisce il palo su un ottimo suggerimento di Mura, poi Wilson recupera palla e si invola in porta, Argilli esce fuori dall’area e, con le mani, blocca l’azione del numero 10 sestese e si prende un giallo, facendosi perdonare subito dopo murando ancora una volta la bordata rossoblù e mandando le squadre sullo 0-2 all’intervallo.

Nella ripresa il Futsal Ossi esce più convinto delle proprie armi e cinge d’assedio la porta difesa da Zanatta: dopo 50 secondi Silon colpisce il palo a botta sicura, poi sempre il numero 19 sestese chiude la porta in faccia sempre al pivot ex Policoro ed a Ribeiro prima di arrendersi alla conclusione di Toigo al minuto 2’50” che vale l’1-2.
Il Città di Sestu subisce l’iniziativa degli uomini di Loriga e non riesce ad impensierire i propri avversari in modo efficace, l’unica occasione ghiotta arriva dai piedi di Escobar che Argilli blocca.
Dal 4′ al 6′ minuto succede di tutto: prima Bidinotti trova la rete del pareggio sfruttando uno schema d’angolo, poi al 5’15” Mura stende Foppa in area ed il duo arbitrale indica il dischetto di rigore con lo stesso numero 5 che viene ammonito.
Sembra tutto regolare se non fosse che sul rettangolo di gioco sale il nervosismo e si accende un parapiglia: a farne le spese sono proprio Mura per gli ospiti, Silon e Ribeiro per i locali, espulsi per proteste e reciproche scorrettezze, con gli animi che si accendono anche sugli spalti.
Dopo circa 10 minuti di interruzione, il gioco riprende con Foppa che realizza la massima punizione e firma il sorpasso per gli uomini di Loriga, Toigo avrebbe anche la palla del 4-2 ma Zanatta compie un autentico miracolo.
Ma dal vantaggio Ossi al pareggio trascorrono appena 42 secondi, il tempo giusto per permettere a Ruggiu di bucare Argilli a conclusione di una punizione dal limite dell’area.
Nonostante abbia subito il pareggio, il Futsal Ossi continua ad attaccare alla ricerca dei gol che possano scongiurare la sesta gara consecutiva senza vittoria ma Bidinotti trova ancora Zanatta sulla sua strada, sul fronte opposto arriva l’episodio che decide il match: Escobar strappa la palla in pressione offensiva e si trova davanti ad Argilli, il portiere ossese esce ma travolge fallosamente il catalano, per i direttori di gara è punizione ma soprattutto secondo giallo ed espulsione per il capitano locale al minuto 8’55”.
I sestesi sanno di dover approfittare della superiorità numerica e trovano il nuovo sorpasso 50 secondi dopo grazie a Bonfin, lesto a farsi trovare nel secondo palo a deviare in gol il passaggio di Escobar.
Trascorre un minuto ed arriva il 3-5 ancora firmato dal pivot rossoblù, bravo a rubare palla in pressione offensiva e a superare il subentrato Picconi in uscita con un lob perfetto.



Il tecnico locale Loriga chiama il minuto ed opta per Toigo come quinto uomo ma, dopo aver rischiato ancora sulla conclusione di Cau ad incrociare, subisce la sesta rete ad opera di Wilson, con il capitano degli uomini di Mura che anticipa il diretto avversario ed insacca a porta vuota.
La rete spezza i sogni di gloria del Futsal Ossi che comunque trova con Bidinotti la rete del 4-6 quando mancano poco meno di 5 minuti ma alla sirena finale il Città di Sestu esce vittorioso da una vera e propria battaglia.

Per i sestesi 3 punti ottenuti su un campo difficile contro una squadra affamata di punti ed ora si può godere il primo posto. La settimana prossima i rossoblù giocheranno tra le mura amiche contro l’Atlante Grosseto e l’obiettivo è soltanto uno: continuare a sognare.

OSSI SAN BARTOLOMEO-CITTÀ DI SESTU 4-6 (0-2 p.t.) 
OSSI SAN BARTOLOMEO: Argilli, Silon, Fiori R., Ribeiro, Vagner, Bidinotti, Demartis, Carta, Fozzi, Fiori V., Foppa, Picconi. All. Loriga

CITTÀ DI SESTU: Zanatta, Asquer, Mura G., Lopez Escobar, Bonfin, Casu, Cau, Wilson, Gonzalez, Fois, Ruggiu, Erbì. All. Mura M.

MARCATORI: 9’50” p.t. Wilson (S), 12′ Lopez Escobar (S), 2’50” s.t. Vagner (O), 4’30” Bidinotti (O), 5’15” rig. Foppa (O), 5’57” Ruggiu (S), 9’45” Bonfin (S), 10’45” Bonfin (S), 13’40” Wilson (S), 15’43” Bidinotti (O)

AMMONITI: Lopez Escobar (S), Ribeiro (O), Argilli (O), Mura G. (S), Vagner (O)
ESPULSI: al 5’15” del s.t. Mura G. (S) . Ribeiro (O) e Silon (O), al 8’55” del s.t. Argilli (O) per somma di ammonizioni

ARBITRI: Alessandro Ribaudo (Roma 2), Davide Fardelli (Cassino) CRONO: Antonella Manca (Sassari)

Altre notizie relative

Capolavoro Leonardo, Sestu OK Sconfitta per l'Ossi con Mantova
Il Città di Sestu fa visita al Carrè I rossoblu cercano la prima vittoria esterna sul campo del Carrè Chiuppano
Il Città di Sestu risorge con la capolista Sconfitte per Leonardo Cagliari e Ossi

...e tu cosa ne pensi?

300