Alessandro Marino, presidente dell'Olbia (foto: Zuddas)

Alessandro Marino, presidente dell’Olbia (foto: Zuddas)

L’Olbia incassa a Siena una sconfitta di misura che fa male, anche se la classifica resta ottima e la positività del clan bianco non viene scalfita. Più pensieroso è il presidente Alessandro Marino, in vista della sfida di sabato al “Nespoli” contro l’Arezzo. Il club amaranto toscano è ormai in brandelli a livello finanziario, e la paura riguarda la possibilità di falsare il campionato.

CLICCA QUI – Le interviste post- Robur Siena-Olbia
CLICCA QUI – Cronaca e tabellino di Robur-Siena 1-0

“Il nostro auspicio è che la partita si giochi perché è sacrosanto che il campionato abbia, fino alla fine, una propria regolarità”, dice Marino, riferendosi al rinvio della sfida odierna dell’Arezzo. “Quello che tuttavia chiediamo con fermezza a tutte le Istituzioni è che si vigili e si lavori per evitare di correre il rischio che quella di sabato possa essere in realtà l’ultima partita in campionato dell’Arezzo. In tal caso ci troveremmo di fronte a un pasticcio del quale, francamente, in mezzo alle tante problematiche esistenti, non si sente alcun bisogno. Pertanto, ribadiamo il nostro desiderio che si scenda regolarmente in campo, ma solo a fronte di chiare garanzie che il campionato dell’Arezzo prosegua sino alla fine”.



Altre notizie relative

Scossa mister, ora tocca ai giocatori L'analisi sulla crisi dei bianchi con le varie responsabilità
Olbia, Carboni è il nuovo allenatore L'Olbia ha individuato l'erede di Michele Filippi
Olbia, l’era Filippi è già finita Il club gallurese decide per il cambio in panchina

...e tu cosa ne pensi?

300