Pasqualino Giangrossi tecnico della Golem Olbia

Pasqualino Giangrossi tecnico della Golem Olbia

Nuovo impegno infrasettimanale per la Golem Olbia, che nella decima giornata di ritorno del campionato di A2 Femminile riceve la visita della Conad Olimpia Teodora Ravenna, squadra che stazione nella tranquillità del centro classifica e che si presenterà in Sardegna forte di una maggior freschezza in virtù del turno di riposo di cui ha potuto godere domenica scorsa.



Pasqualino Giangrossi, coach dell’Hermaea, analizza i temi della partita iniziando dall’ultima, sfortunata prestazione di Montichiari che è costata il ko contro Brescia: “Purtroppo non è andata benissimo – ammette il tecnico – anche se non mancano gli alibi: ci siamo presentati in campo senza il nostro capitano Barazza, mentre a metà settimana abbiamo dovuto affrontare un’altra trasferta come quella di Marsala, durissima sia sul piano logistico che delle energie spese. Nel primo set ci siamo espressi bene soltanto a metà. Nel secondo, invece, abbiamo giocato una pallavolo di qualità e intensità, sprecando però ben tre palloni sul 23-24. Il terzo set, infine, ha detto che non ne avevamo più. Peccato, ma va tenuta in considerazione anche la forza della Savallese, squadra di valore che sta attraversando un ottimo momento di forma”.

Sempre domenica scorsa Marsala, avversaria diretta nella corsa salvezza, ha battuto Montecchio per 3 set a 1, portandosi a -8 sulle galluresi. Ma la situazione non preoccupa il coach della Golem: “Avevamo messo in preventivo la reazione della Sigel, che andrà giustamente a giocarsi le proprie chance salvezza fino alla fine. Siamo attenti e vigili, non preoccupati, e sappiamo di dover ancora mettere qualche punto in cascina per consolidare la nostra posizione. In questo senso credo che le prossime partite saranno fondamentali”.

E proprio contro Ravenna la compagine olbiese cercherà di cogliere quei pochi punti che mancano al raggiungimento dell’obiettivo stagionale. Anche se le insidie non mancano di certo: “Sarà una partita difficile – afferma Giangrossi – Ravenna ha un rendimento a volte discontinuo, ma rimane una squadra di qualità, con delle individualità di spessore come Anna Kayalina. Inoltre si sono recentemente rinforzate al centro ingaggiando la statunitense Washington. Ci sarebbe piaciuto avere qualche giorno in più per preparare la partita e permettere a qualche giocatrice di riposare. Purtroppo non avremo ancora a disposizione Barazza. Spinello, al contrario, sarà in campo nonostante i tanti impegni ravvicinati le stiano provocando una riacutizzazione del problema al polso. Come imposteremo la partita? Avremo bisogno innanzitutto di incisività in battuta. Contro una squadra forte dal punto di vista fisico come Ravenna, sarà necessario tenere il più possibile la palla lontano dalla rete. Ci vorranno inoltre aggressività difensiva e grande attenzione alla fase di contrattacco”.



Nelle ultime due uscite, complice l’infortunio di Barazza, ha avuto tanto spazio Cecconello, che sia a Marsala che a Brescia si è espressa su ottimi livelli: “Per doti fisiche e tecniche, Agnese rappresenta un prospetto di indiscutibile valore – aggiunge – continuando a crescere e a lavorare in questo modo, non avrà difficoltà nel raggiungere la Serie A1. Le manca solo un pizzico di esperienza. Nel corso di questa stagione si è trovata davanti Barazza, che a dispetto della carta d’identità è ancora una giocatrice di altissimo livello, e Bartolini, leggermente più avanti di lei dal punto di vista dello sviluppo tecnico. In queste condizioni è stato normale non avere troppo spazio, ma quando chiamata in causa Agnese è stata bravissima nel farsi trovare pronta, ed è questo ciò che conta”.Fischio d’inizio mercoledì 28 febbraio alle 20.30 al PalAltoGusto di Olbia.

Ufficio Stampa

Altre notizie relative

Hermaea sconfitta in casa da Orvieto Le olbiesi cadono 3-1 a Golfo Aranci
L’Hermaea Olbia cerca il riscatto con Orvieto Le ragazze di Anile arrivano dalla sconfitta di Soverato
Hermaea, esordio amaro con Soverato Sconfitta in Calabria 3-1 per le ragazzi di Anile

...e tu cosa ne pensi?

300