.

.

Grande prova della Golem Hermaea Olbia che ha la meglio nel turno infrasettimanale della Serie A2 femminile della Conad Olimpia Teodora Ravenna, formazione che occupa la quarta posizione in campionato. La compagine di Giangrossi supera 3-1 le romagnole al Pala AltoGusto (25-19, 21-25, 25-17, 25-20).



La Golem Olbia compie un nuovo, importantissimo passo verso la conquista della salvezza e si impone per 3 set a 1 sulla Conad Ravenna nell’anticipo della decima giornata di ritorno del campionato di Serie A2 Femminile di Volley. La formazione gallurese, pur priva dell’infortunata Barazza, ha sfoderato una prestazione autoritaria, aggiudicandosi con merito 3 punti che consentono di scavalcare in classifica Montecchio.

LA GARA – Ravenna parte contratta e commette tanti errori, soprattutto in ricezione. L’Hermaea è brava ad approfittarne e si porta rapidamente sul +7 (3-10) costringendo il tecnico ospite Angelini a chiamare timeout. Al rientro in campo le romagnole provano a ricucire affidandosi al nuovo innesto Washington (12-16), ma la Golem non perde le sue certezze e allunga nuovamente (13-20). Sul 19-24 le olbiesi non riescono a sfruttare due palle set con Melli, arginata dal muro ravennate. Giangrossi allora interviene riportando serenità tra le sue ragazze, che chiudono i conti con l’attacco vincente di Soos.

Nella seconda frazione la squadra di Angelini prova a rifarsi e conduce per larghi tratti in avvio. La Golem rimonta e aggancia le rivali prima a quota 15 e poi a 17. Alla lunga, però, la Conad riesce a prevalere mettendo in difficoltà la ricezione di Melli e sfruttando i tanti errori in battuta (ben 7) delle galluresi. Il perfetto muro di Kajalina sull’attacco di Uchiseto fa dunque calare il sipario sul secondo set, vinto da Ravenna per 21-25.

Dopo una fase iniziale contrassegnata dall’equilibrio, la Golem innesta le marce alte nel terzo game, portandosi prima sul +5 (ace di Spinello) e poi doppiano le romagnole (14-7). Soos diventa inarrestabile, Angelini prova a limitarla chiamando il timeout, ma l’Hermaea non esita, e dopo aver spento ogni velleità di rimonta della Conad (muro di Bartolini per il 21-13), torna avanti nel conto set grazie a un nuovo pallone messo a terra dal suo opposto ungherese.

Un copione simile si ripete nel quarto e decisivo set: dopo una fase punto a punto, le olbiesi scappano via (14-8) resistendo ai tentativi di rimonta guidati da Bacchi e Kajalina. Su una invasione comminata a Washington, l’Hermaea ottiene il punto decisivo per la conquista di una vittoria che le consente di avvicinare sensibilmente l’obiettivo della salvezza.

“Non siamo ancora salvi – commenta coach Giangrossi – ma di certo oggi abbiamo compiuto un passo importante verso il nostro traguardo. Ci siamo espressi su buoni livelli per tutti e 4 i set, e non era semplice visti i pochi allenamenti di cui abbiamo potuto usufruire per preparare questa partita. Faccio i complimenti a Soos, che oggi è stata eccezionale, e a tutta la squadra, brava a mettere in pratica il piano partita studiato alla vigilia”.

Golem Olbia-Conad Ravenna 3-1 (25-19; 21-25; 25-17; 25-20)

Golem: Simoncini, Iannone, Uchiseto 11, Spinello 2, Murru, Bartolini 9, Soos 18, Cecconello 8, Melli 14, Barbagallo, Caboni 1. Allenatore: Giangrossi

Conad: Bacchi 8, Paris, Ceroni, Washington 17, D’Odorico 7, Aluigi 2, Scacchetti 1, Torcolacci 1, Menghi 5, Panetoni, Kajalina 16, Vallicelli. Allenatore: Angelini

Arbitri: Carcione e Moratti

Altre notizie relative

Hermaea battuta a Orvieto Le olbiesi cedono alla terza forza del campionato
Hermaea, a Orvieto serve un’impresa Dopo Soverato c’è un’altra big sul cammino della squadra biancoblù: è la Zambelli terza in classifica
Hermaea, niente da fare contro Soverato Con Maruotti limitata da un problema alla schiena, le galluresi tengono testa alle calabresi per due set ma alla fine alzano bandiera bianca

...e tu cosa ne pensi?

300