Olbia-Arezzo prevista al

Olbia-Arezzo prevista al “Nespoli” è rinviata

Olbia-Arezzo non si giocherà. La sfida in programma per sabato 3 marzo alle 14.30, al “Bruno Nespoli”, è stata rinviata a data da destinarsi dalla Lega Pro, in attesa di novità concrete sulla situazione del club amaranto. La stessa cosa era successa per Arezzo-Livorno di domenica scorsa, per la quale non è stata fissata la data del recupero dopo il rinvio causa sciopero dei calciatori (revocato ad inizio settimana). La Lega ha voluto tutelare la regolarità del campionato, impossibile senza che l’Arezzo giochi tutte le partite da qui a fine stagione.

Dopo Robur Siena-Olbia, il presidente Marino aveva invitato le istituzioni preposte a vigilare sulla situazione dell’Arezzo, che il 15 marzo conoscerà il suo destino, ovvero se sarà concesso l’esercizio provvisorio – utile per finire la stagione un po’ come è successo per il Vicenza -, o se invece si chiuderanno subito i battenti come avvenuto per il Modena, generando non pochi problemi di disparità e regolarità nel girone B di Serie C. Entro il 16 marzo andranno saldati gli stipendi di gennaio e febbraio a tesserati e dipendenti, rimane molto delicata la vicenda dei debiti (circa 2 milioni di euro) e della cessione della società da parte di Neos e dell’azionista di maggioranza Fabio Gatto, ormai inviso a tutta la collettività ma intento a promettere che a breve salderà ogni pendenza.



Questo il comunicato della Lega Pro:

Il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina e il presidente dell’AIC Damiano Tommasi con riferimento alla complessa vicenda dell’US Arezzo, stante la situazione derivante dall’istanza di fallimento pendente nei confronti della società e dall’incertezza circa la concessione o meno dell’esercizio provvisorio, che verrà discussa all’udienza del prossimo 15 marzo presso il Tribunale Fallimentare di Arezzo, hanno chiesto congiuntamente al Commissario Straordinario della Figc Roberto Fabbricini la disponibilità a disporre il rinvio a data da destinarsi delle gare dell’US Arezzo che precederanno l’eventuale concessione dell’esercizio provvisorio, precisando che la prima partita, Olbia–Arezzo è prevista per sabato 3 marzo p.v..

In attesa della definizione delle sorti del club, lo spostamento delle gare contribuisce a garantire la piena regolarità dell’intera competizione sportiva. È auspicabile che l’azione estremamente positiva del sindaco Alessandro Ghinelli volta a trovare l’impegno di imprenditori aretini si concluda positivamente, assicurando la gestione e il governo del club.

L’azione intrapresa dai presidenti Gravina e Tommasi mira a far comprendere l’urgenza di adottare appropriati provvedimenti che consentano ad un club glorioso del calcio italiano di seguitare a vivere, ma che nel contempo preservino la regolarità della competizione attraverso la disputa di tutte le partite previste dal calendario per la stagione sportiva 2017-18.

Altre notizie relative

Carta e Marino: “Voltiamo pagina” I ringraziamenti a Filippi e la fiducia verso mister Carboni: le parole del DS e del presidente in occasione della presentazione del nuovo mister
Scossa mister, ora tocca ai giocatori L'analisi sulla crisi dei bianchi con le varie responsabilità
Olbia, Carboni è il nuovo allenatore L'Olbia ha individuato l'erede di Michele Filippi

...e tu cosa ne pensi?

300