Michela Laccorte

Michela Laccorte

Continua a essere stregato il 2018 del San Salvatore Selargius, che a Bolzano rimedia l’ottava sconfitta consecutiva. Al PalaMazzali finisce 62-57 in favore dell’Alperia Itas Bolzano, abile ad avere la meglio dopo un finale di partita incerto. Nelle fila della formazione giallonera non bastano i 16 punti a testa fatti registrare da Gagliano e Laccorte (4/4 da tre punti nel secondo quarto).



LA GARA – Dopo un avvio di gara caratterizzato dall’equilibrio e dai continui sorpassi in testa al punteggio, le altoatesine provano ad accelerare a ridosso della prima sirena grazie ai canestri realizzati da Villarini e Servillo che fissano il parziale sul 21-15 al 10’. Nel secondo periodo le ragazze di Staico partono con piglio deciso e in un amen si portano avanti con una Laccorte in gran ritrmo dall’arco dei 6,75 (tre bombe consecutive per il 23-29 Selargius). Bolzano si tiene in linea di galleggiamento con Servillo, ma Laccorte è infuocata e mette a segno il canestro che permette al San Salvatore di andare alla pausa lunga sopra di 4 lunghezze sul 28-32.

 

Al rientro in campo sono ancora le giallonere a lasciarsi preferire (canestro di Gagliano per il +8, 28-36). Con un break firmato Matic e Fall, però, Bolzano prima impatta e poi passa avanti sul 40-38. L’inerzia passa dunque nelle mani delle biancorosse, capaci di spingersi fino al +7 al 30’ (50-43). Nell’ultimo periodo il San Salvatore cerca di ricucire e si avvicina fino al -3 con i due liberi trasformati da Rondinelli. Cela, però, fredda immediatamente gli entusiasmi selargini con un canestro dalla lunga distanza (57-49). Ma non è finita: sul +8 in favore di Bolzano, il tecnico di casa Travaglini viene sanzionato con un fallo tecnico. Il San Salvatore capitalizza al meglio con la tripla di Gagliano e si porta sul -4. Le altoatesine sembrano smarrire improvvisamente le loro certezze, mentre le giallonere ritrovano verve e con Arioli mettono il fiato sul collo delle avversarie (57-56). Gagliano, successivamente, impatta dalla lunetta, e a 2’20’’ va in scena un mini supplementare. Qui, però, l’Alperia Itas dimostra maggior freddezza: prima Cela mette il tiro da tre punti, poi Matic allunga spegnendo definitivamente le speranze di rimonta del San Salvatore, che si arrende sul finale di 62-57.

Alperia Itas Bolzano-San Salvatore Selargius 62-57

 

Alperia Itas: Servillo 11, Fall 10, Matic 17, Villarini 16, Ribeiro da Silva 2, Giordano ne, Cela 6, Desaler, Pobitzer, Valoroso ne, Zangari ne, Ruocco ne. Allenatore: Travaglini

 

San Salvatore: Cordola 4, Mura 4, Arioli 6, Gagliano 16, Lussu 8, Melis ne, Pinna ne, Loddo ne, Laccorte 16, Rondinelli 3. Allenatore: Staico

 

Parziali: 21-15; 28-32; 50-43

Arbitri: Lucia Barbagallo di Milano e Michel Bavera di Desio

Ufficio Stampa



Altre notizie relative

Il San Salvatore si rialza Battuta La Spezia nel recupero
Il San Salvatore recupera con La Spezia Il presidente del sodalizio selargino presenta i temi del recupero contro la Carispezia: “Mi sarei aspettato qualcosa in più dalla partita contro Roma...
Il Cus Cagliari cede alla capolista Campobasso troppo forte per le sarde

...e tu cosa ne pensi?

300