Travis Diener nella Coppa Italia 2014, vinta dalla Dinamo per la prima volta

Travis Diener nella Coppa Italia 2014, vinta dalla Dinamo per la prima volta

Inutile sottolinearlo, questa vigilia è speciale. Inevitabilmente. Travis Diener prepara il ritorno al PalaSerradimigni, avversario di quei tifosi che lo hanno amato come un figlio e di una città con cui ha stretto un legame indissolubile. “Speravo che questo appuntamento arrivasse il più tardi possibile – ha affermato il playmaker della Vanoli Cremona ai microfoni de La Nuova Sardegna – e oggi posso dire che sono eccitato, nervoso e felice di tornare in un posto nel quale io e la mia famiglia abbiamo vissuto il periodo più felice della nostra vita”.



“Sono stati anni splendidi – ricorda Diener – eravamo affamati e nessuno si risparmiava, ma essenzialmente ci divertivamo da morire tra noi, sia in campo che fuori. Ogni anno facevamo un passo in più. Trovare una chimica simile tra squadra, società e ambiente è veramente difficile. Ora magari alcune cose sono cambiate ma è normale. Però Sardara sta facendo un lavoro incredibile e la Dinamo resterà competitiva ancora per tanti anni”.

Oltre alle emozioni, sarà una sfida importante vista l’importanza dei punti in palio: “Loro avranno più pressione perché se vuoi andare ai playoff devi vincere sul tuo campo. Noi stiamo bene, abbiamo motivazioni e fiducia.” 



Altre notizie relative

“Serviranno intelligenza ed energia” Così il coach Dinamo prima della gara di FIBA Europe Cup
Fallimento Ebeling, lascia le Dinamo Il giovane lungo risolve consensualmente il suo rapporto
Esposito: “Massima intensità e andiamo avanti” Dinamo a Bologna col dubbio Polonara

...e tu cosa ne pensi?

300