Fabio Aru al foglio firma prima del via

Fabio Aru al foglio firma prima del via

La Tirreno-Adriatico sbarca nell’Umbria con la Follonica-Trevi di 234 km con il percorso finale che ha proposto la salita del borgo con punte anche del 15%. La frazione è andata a Primoz Roglic (Lotto NL), con Fabio Aru che non ha tenuto le ruote dei migliori nella salita finale, pagando 24″ dallo sloveno e circa 14″ dagli altri big.



La cronaca: Dopo aver ripreso i cinque fuggitivi della mattina, il plotone ha perso unità sin dal primo passaggio dell’ascesa a Trevi: il primo ad animare la corsa è stato Roglic a 1,2 km dal traguardo che sorprende tutti e va prendersi la vittoria di tappa. Alle sue spalle si sono piazzati Adam Yates a 3″ e Tiesj Benoot a 6″ con le altre stelle della corsa come Froome, Uran, Jungels, Bardet, Landa e Dumoulin che hanno accusato un distacco di 10″. Peggio va al villacidrese, apparso visibilmente affannato sullo strappo, che ha tagliato il traguardo a 24″ in 20ª posizione; un pochino meglio Vincenzo Nibali staccato di 16″, in una salita non proprio adatta alle caratteristiche del sardo e del siciliano.  La classifica generale ora vede in testa il gallese Geraint Thomas con lo stesso tempo del belga Van Avermaet: Il Cavaliere dei Quattro Mori è a esattamente a 53″ dalla vetta in 19ª piazza. Sabato 10 marzo la tappa regina della Corsa dei Due Mari con la Foligno-Sarnano Sassotetto di 219 km con l’ascesa alla località montana lunga circa 14 km.



Altre notizie relative

Cassani:”Aru rinascerà” Così il CT della Nazionale sicuro sulla prossima stagione del sardo
Aru: “Sarà un Giro durissimo” Il villacidrese mette il mirino sulla corsa a tappe italiana
Martinelli: “Aru avrebbe dovuto staccare prima” Così il direttore sportivo dell'Astana sulle scelte del villacidrese

...e tu cosa ne pensi?

300