Fabio Aru

Fabio Aru

Tappa regina della Tirreno-Adriatico la Foligno-Sarnano Sassotetto con la lunga ascesa alla località marchigiana che ha caratterizzato la corsa. La vittoria è andata a Mikel Landa della Movistar, ma è da sottolineare la grande prova d’orgoglio di Fabio Aru che cancella la prova opaca di Trevi con un ottimo quarto posto.



La Cronaca: La tappa è subito caratterizzata dalla caduta dopo 86 km dell’ultimo vincitore del Giro d’Italia Tom Dumoulin (Team Sunweb) che ha riportato fortunatamente soltanto contusioni e abrasioni, scampando il pericolo frattura. Il gruppo ha ripreso alla spicciolata i sette fuggitivi del mattino sotto l’azione dell’Astana che ha lavorato per il proprio capitano Lopez. A 8,5 km dalla fine Roglic cade davanti ad alcuni corridori tra cui il villacidrese che è costretto a mettere il piede a terra per poi tornare subito nel plotone di testa che si andava via via assotigliando. A -5,3 km lo scatto dello scalatore colombiano inseguito dal Cavaliere dei Quattro Mori, Majka ed Hermans. Il polacco prova l’azione solitaria mentre dal gruppo c’è stato lo scatto di Landa che si è riportato sul sardo e il belga con Lopez costretto alla resa per via dei problemi al cambio della sua bicicletta. Nel gruppo principale problemi meccanici anche per Thomas che perde terreno dai big, mentre Bennett della Lotto Jumbo si riportava sul quartetto di testa. Negli ultimi 600 metri ci riprova un orgoglioso Aru, ma lo scatto non spaventa Landa che va a tagliare il traguardo davanti a Majka e Bennett. Per lo scalatore villacidrese un bel quarto posto che lo rilancia anche in classifica generale (12° a 45″) che ora vede di nuovo Damiano Caruso in maglia azzurra. Domenica 11 marzo la “tappa dei muri” con tanti strappi che renderanno difficoltosa la frazione dedicata all’indimenticato Michele Scarponi con l’arrivo nella sua Filottrano.

“Siamo a inizio stagione– scrive il sardo sui suoi social- i miei obiettivi sono più avanti. Sono contento della mia condizione e oggi ho dimostrato di aver fatto un passo avanti rispetto ad AbuDhabi. Un grosso grazie ai miei compagni per il grande lavoro che stanno facendo per me. Continuiamo così”.



Altre notizie relative

Parte il 2019 di Fabio Aru Il sardo in Spagna per il primo training camp stagionale
📷 Juve-Inter, anche Aru allo Stadium Il ciclista di Villacidro allo Stadium per il derby d'Italia (FOTO)
Fernandez (DS UAE): “Piena fiducia in Aru” Così uno dei direttori sportivi della UAE sul sardo

...e tu cosa ne pensi?

300