Alessio Curcio (foto: Sandro Giordano)

Alessio Curcio (foto: Sandro Giordano)

Sono parole dure quelle di Alessio Curcio dopo Arzachena-Carrarese, con l’ex Nuorese che rimprovera fortemente il gruppo. “Purtroppo dall’inizio dell’anno abbiamo il difetto di non voler crescere, di non voler fare un passo avanti per dimostrare una certa maturità. Siamo costretti a guardare gli altri, senza diventare adulti, cosa che ci permetterebbe di stare più tranquilli e poterci giocare qualcosa di diverso. Oggi, dopo un buon inizio, siamo calati di concentrazione. Tutti, io in primis, dobbiamo cambiare registro”, suona la carica Curcio, stella dell’Arzachena 2017/2018.

Le parole di Giorico: “Ora sotto con il derby”

Le pagelle: Nuvoli ultimo a mollare, attacco spuntato



Nessuna responsabilità particolare ai singoli, da parte del fantasista sannita. “Si vince e si perde tutti insieme, però bisogna responsabilizzarsi quando si va in campo. Dobbiamo crescere, dobbiamo capire che il passo in più va fatto, quando si gioca a calcio ci vuole la voglia di far vedere che uno ci tiene, bisogna divertirsi senza paura, perché non succede niente di grave. Dipende da noi, se vogliamo ancora essere bambini, ragazzi, matricola. Ma con il passare delle partite, con i risultati, bisogna crescere. Vero è che ci sono calciatori all’esordio in Serie C, ma è altrettanto vero che molti di noi hanno tantissime partite in Serie D, quindi il calcio lo conosciamo bene”.

Curcio non pare preoccupato in vista del derby. “Quanto visto oggi ci darà una scossa positiva, dovrà essere così. Capita proprio il derby, quindi a maggior ragione vorremo rifarci”.

Giuseppe Nuvoli ha segnato il gol della bandiera. “Alessio ha ragione – attacca il sassarese – Già in passato abbiamo fatto vedere di dover eliminare certi passaggi a vuoto. Se prima di oggi pensavamo di poter fare i playoff, torniamo con i piedi per terra, perché contro squadre forti come la Carrarese non puoi sbagliare atteggiamento. In altre occasioni abbiamo reagito dopo lo svantaggio, stavolta ci siamo sciolti, concedendo troppo. Pensiamo al derby, al trittico Olbia-Cuneo-Prato che è molto importante per fare i punti che mancano alla salvezza”. Nessuna polemica sugli arbitri: “C’è stato un fallo di mano di Tortori nell’azione del raddoppio, ma eravamo lontani dalla porta, è inutile recriminare su ogni singolo episodio”.

dall’inviato Claudio Inconis



Altre notizie relative

Trillò: “Gara decisa dagli episodi” Le parole del terzino dell'Arzachena dopo la sconfitta con la Pro Patria
Arzachena ancora a secco lontano dal Pirina La cronaca e il tabellino della gara valida per l'11a giornata
Pagelle: il gol subito è da horror I nostri giudizi sull'Arzachena battuta 1-0 dalla Virtus Entella

...e tu cosa ne pensi?

300